Seduction.NET

Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Carlo risponde ai lettori

Seduttori maturi

E quando il seduttore invecchia?



Inviato: venerdì 7 luglio 2006 19.12
A: Seduction Magazine & School

Caro Carlo,
ho una domanda: come fa il seduttore ad affrontare l’invecchiamento?
Ho 32 anni e sono in ottima forma.
Però camminando ho la sensazione di uscire sempre più dalla visuale delle ragazze più giovani.
Mi sembra di diventare sempre più invisibile ai loro sguardi.
Io penso che la cosa sia dovuta all’età!
Perché le trentacinquenni invece mi notano più di prima.
Però a me le coetanee non piacciono molto: spesso inacidite, sulla difensiva, a volte disperate.
E molte mi sembrano in cerca di “stabilità”: scappo via a gambe levate!
Io invece vorrei continuare a mantenere alto l’ascendente sulle toniche e sbarazzine venticinque-ventottenni.
Però temo che più passano gli anni e più diventi difficile.
A meno (penso, ma non ne sono sicuro) di non riuscire a dare la sensazione di essere molto ben piazzato economicamente, o di avere una posizione di un certo tipo (esempio: docente universitario) o di mantenersi in splendida forma. Oppure addirittura (mica facile) di migliorare invecchiando, alla Richard Gere.
D’altronde, tu potresti dirmi: se piacciono a te giovani, perché non dovrebbero piacere i giovani anche a loro?
Ma non si diceva che le ragazze sono attratte dall’uomo maturo?
Non sarà che 32-35 è un’età di mezzo sfigata: non più giovane ma non ancora maturo?
Insomma mi chiedo cosa accadrà tra dieci anni: come tanti mi “accontenterò” - per necessità - delle coetanee?
Ma il seduttore non deve accontentarsi!
E poi io ai quarantenni che dicono “le ragazze sono troppo inesperte, vuoi mettere le donne mature!”, bé, ci credo poco: mi ricorda tanto la vecchia storia della volpe e l’uva.

Tu cosa ne pensi.
Grazie, per me va bene anche se mi rispondi sul sito,
ciao
Paolo

p.s. è prevista qualche tua lezione a Rimini o in Romagna prossimamente?


Il Seduttologo risponde:

Penso come te, sempre meglio le ventenni, "second best" le trentenni, le quarantenni a me non interessano nemmeno se mi coprono d'oro.
Sempre disposto ad analizzare casi eccezionali.
Ho un abbonato GS quarantenne ed in ottima forma che ama le cinquantenni! Ed avevo un anche amico ricco ed attraente, allora trentenne (produttore cinematografico), e ben piazzato anche a soldi, che riempiva di regali costosi le sessantenni delle quali si innamorava! Psicopatologia o "de gustibus"? Io non faccio lo psicoterapeuta e non sentenzio. Io insegno a sedurre il proprio target, qualunque esso sia.

Poi ci sono anche i casi come i tuoi amici che anch'io, senza conoscerli, definirei "la volpe e l'uva". Insomma la solita conclusione: "Il mondo è vario".

E' vero che le ragazze sono attratte dall'uomo maturo e la scienza della seduzione ne ha anche provato le ragioni ed i meccanismi. Ma non è così per tutte le ragazze. La scienza non lo sa, ma io sentenzio, qui ed ora, che alcune ragazze rispondono maggiormente al "meccanismo evolutivo" ed altre ragazze rispondono maggiormente al "meccanismo culturale". Piero Angela impari. Somaro!

Io sentenzio: la cultura contemporanea contrasta gli accoppiamenti fra uomo maturo e donna giovane. Se li accettasse senza problemi sarebbero devastanti per:

1) l'uomo maturo legato da contratto alla coetanea ma attratto dalla ventenne.
2) le donne mature che sarebbero abbandonate dai loro partner senza poterne trovare di nuovi.
3) i ragazzi giovani che vedrebbero perdere tutte le chance di seduzione con le loro coetanee ventenni.


Frasi a me dette da quasi trentenni: "La tua ragazza (23) è troppo giovane non credi che stia con te per interesse? Guarda Albano e ..."(non ricordo come si chiami la tizia di Albano), sono dette per portare l'acqua al loro mulino. Quando rispondo che trattasi di top model senza problemi economici e che potrebbe avere la fila di 1000 polli ventenni da spennare in un attimo, la trentenne allora si azzittisce e si intristisce. Capisce che "non c'é trippa per gatte".
Stessa storia di Albano e "tizia" mi viene raccontata dalla moglie del mio salumiere. Il salumiere è un bell'uomo cinquantenne (tipo Omar Sharif) e la moglie è una "veccia cessa". In questo caso il messaggio è per lui, che sogghigna. Lui sa bene che Albano è un "tamarro fantozziano" mentre lui è Omar Sharif.
Non siamo tutti uguali: ci sono i seduttori ed i comuni mortali, i meccanismi sono ben diversi.

I ragazzi ventenni (soprattutto nell'est Europa) usano invece un "sistema di difesa" diverso. Hanno capito che é verosimile che una coetanea vada con un uomo più grande solo per interesse. Se è verosimile tutti ci credono e vale per tutti i casi. Allora chiamano puttane ("curva") tutte quelle che scappano dal loro controllo per andare con gli uomini più grandi. Lo stesso meccanismo usano per quelle che sfuggono al loro controllo per andare con un coetaneo straniero se questi è più attraente di loro ("quella vuole solo sesso"). La tipa dipendente dal giudizio di massa evita di farsi criticare e rimane con il coetaneo.
La tipa sicura di se o "con le spalle coperte" va comunque con chi più la attrae.
Non siamo tutti uguali: ci sono i seduttori ed i comuni mortali, i meccanismi sono ben diversi.

Gli uomini maturi che non hanno successo con le ventenni dicono invece che "sono stupide... di cosa ci parli... cosa ti può dare...". Qui c'é "la volpe e l'uva" ma c'é anche che costoro non hanno veramente niente da dire alla "giovin fanciulla". Sono ben programmati sugli interessi delle loro coetanee ed hanno perso ogni contatto con il mondo delle ragazze.
Non siamo tutti uguali: ci sono i seduttori ed i comuni mortali, i meccanismi sono ben diversi.

Le ragioni per cui hai perso colpi sulle ventenni possono essere varie ma tu le hai intuite.

a) Età né carne né pesce.
b) Forse non comunichi "solidità", fisica né di status.
c) Invecchiare migliorando e tenersi in forma. Sono 2 cose parallele. Succede a quasi tutti i miei allievi, non solo a Richard Gere e Sean Connery!

Ps. Non prevedo per ora corsi in Romagna. Forse a Bologna. Ma c'è la Top Secret che arriva in ogni angolo del mondo ed è più completa di qualsiasi corso dal vivo di 1000 ore!


Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Sabato 8 Luglio 2006)


Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2017.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help