Seduction.NET

Home Matematica della Seduzione      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Esclusiva
In difesa del seduttore

Pirla low cost

Come usare a nostro vantaggio i siti parassiti delle "agenzie di viaggio"



I seduttori internazionali sono vaccinati. Non credono neppure ad una parola delle pubblicità truffa, né dei corsi di seduzione truffa, né dei telefonini truffa, né dei voli low cost truffa.

I comuni mortali devono invece “svegliarsi”: per essere comuni mortali e non comuni coglioni.

Quando vedete un cartellone pubblicitario nella metro (volo gratis, volo € 1 ed altre menate simili) dovete sempre diffidare. Il ragionamento che dovete fare è: “la campagnia pubblicitaria è disonesta ma se mi conviene compro comunque il biglietto).

Per sapere il costo reale di un volo low cost visitate il sito della compagnia low cost e prenotate il volo con il nome Pippo Franco, Via delle Zoccole 69. Andate avanti fino alla pagina del pagamento (sempre Pippo Franco) e leggete bene il prezzo finale le condizioni, prima di inserire i numeri della vostra carta di credito.
Alcune compagnie vi maggiorano il prezzo finale di pochi euro (pratiche amministrative, pagamento con carta di credito) dopo che avete inserito i numeri delle vostra carta di credito. Ciò è illegale e le nuove leggi lo vietano. Speriamo che le compagnie low cost comincino a rispettare le leggi e non facciano come le banche italiane che sono sempre fuorilegge.

Se il prezzo conviene Pippo Franco rinuncia!
Pippo Franco rinuncia ma voi ora potete prenotare il vostro volo inserendo i vostri dati. Considerate che se ci ripenserete e cambierete le date pagherete più (fra tassa cambio e differenza con la tariffa della nuova data che avete scelto) che se rinunciaste al volo prenotandone uno nuovo di sana pianta.
Un ultimo consiglio sui low cost. Non prendere i pullmann che portano all'aeroporo pubblicizzati sui siti delle compagnie low cost. Sono società private che pagano una commissione alla compagnia low cost per ogni passeggerro che trasportano e costano di più. Non appartengono alle compagnie low cost come lasciano intendere. Consultate invece i siti degli aeroporti che vi indicano il mezzo migliore per raggiungerlo comprese le società di trasporto garantite dall'aeroporto.

Come si usano i siti tipo last minute o edreams?
Quei siti sono dei motori di ricerca. In sostanza sono un programmino che cerca i voli a prezzo più basso e li vende guadagnando una commissione dalla compagnia aerea + maggiorazione occultata del prezzo. E non hai il biglietto all’atto del pagamento. Devi pagare ed aspettare il cartaceo (+ costo cartaceo + costo di spedizione) . E se il corriere non trova nessuno in casa te la prendi “in der c…”.
I “siti programmino” non vendono i voli low cost perché non possono maggiorarne il prezzo e perché la compagnia non elargisce commissioni.
Sono siti parassiti che, non avendo prodotto, investono tutto in pubblicità sui motori di ricerca. Provate a cercare su Google "VOLO PIPPO FRANCO" e vi comparirà la pubblicità di Volaregratis, Expedia e Meridiana! Quei siti contano sul fatto che uno che vuole viaggiare cerca su Google o Yahoo una destinazione oppure un volo e loro appaiano (pagando il click) prima delle compagnie aeree. In sostanza “acchiappano” il pollo prima che il pollo trovi quello che cerca. Spesso il pollo crede che “lastminute” significhi costi bassi e ci casca.
Ma noi seduttori ne sappiamo una più del diavolo. Loro ci vogliono coglionare con la pubblicità invasiva e truffaldina e noi coglioniamo loro, ringraziandoli per il servizio.

Come li coglioniamo? Clicchiamo sul link a pagamento che compare quando cerchiamo il volo o la destinazione sul Google. I parassiti pagano il nostro click. Poi cerchiamo sul loro programmino il prezzo del nostro volo (es. partenza Roma destinazione New York). Dopo qualche secondo ci compare la lista dei voli, dei prezzi e delle compagnie aeree. Scegliamo volo e compagnia. Ora chiudiamo il “sito programmino” e ringraziamo (mentalmente non per e-mail). Andiamo sul sito della compagnia aerea della quale abbiamo scelto il volo e prenotiamo il nostro biglietto elettronico (o cartaceo). Sul sito delle compagnie si paga meno e non si rischia niente perché c’é un rapporto diretto con il passeggero, senza intermediari parassiti. Qualche volta il "sito programmino" mostra costi più bassi della compagnia aerea per lo stesso volo. Ma quando andate a comprare quel volo dal "sito programmino", quel volo non c'é più o impenna il prezzo. Una vera presa per il C.

Se dopo aver individuato il volo ed il prezzo lo compriamo invece direttamente dalla compagnia aerea risparmieremo "fino a" una trentina di euro "reali" che regaleremo ad un barbone e faremo così anche una bella figura con la gnocca che ci accompagna. Ma, cosa ben più importante, avremo aumentato la nostra autostima per non esserci lasciati coglionare.

We wish you a pleasant flight.


Volare senza fregare

LA STAMPA.it 26.2.2007

IN BIGLIETTERIA OFFERTE CON SORPRESA

Il volo è low cost Gli imprevisti a prezzo pieno

L’ultimo grido è il bagaglio pagante. E spesso la salsa costa più dell’arrosto
SANDRA RICCIO

Londra a partire da un euro, Parigi scontatissima, riduzioni del 50% sulle tariffe più basse. È il basso costo: volare nelle capitali d’Europa (e non solo) al prezzo - o poco più - di una corsa in taxi. Ma solo all’apparenza, perché il conto si fa salato per strada. Al biglietto si aggiungono tasse, spese amministrative e costi aggiuntivi che di solito non sono sottolineati nella pubblicità dell’offerta superscontata. Era appena arrivata la gabella per il bagaglio supplementare? L’hanno già aumentata.

Chi non si accontenta del bagaglio a mano sborsa una quota aggiuntiva che può anche superare il prezzo del biglietto. Qualche esempio? L’irlandese Ryanair: 4,50 euro per ogni bagaglio non «a mano». Fino a qualche mese fa il sovrapprezzo era di 3,50. La piccola sovrattassa è prevista per i bagagli dichiarati al momento dell’acquisto del biglietto online o al call center. Perché chi decide all’ultimo momento vede la sovratassa crescere fino a 10 euro a collo (7 fino a pochi mesi fa). «Vogliamo incoraggiare i passeggeri a viaggiare con un solo bagaglio a mano», dice la compagnia irlandese.

E infatti: chi sfora il limite di 15 chilogrammi previsto per ogni bagaglio da presentare al check-in della Ryanair paga 8 euro per ogni chilo in più. Anche Easyjet fa pagare un sovrapprezzo, 7,50 euro per ogni chilo sopra i 20. Il vettore inglese fa pagare solo il bagaglio aggiuntivo da stiva: a partire dal secondo collo. 7,50 euro in caso di pagamento anticipato, fino a 15 in aeroporto. Sci, tavole da surf, windsurf e deltaplani: da 22,5 a 30 euro a pezzo. Per imbarcare l’equipaggiamento da subacqueo Volareweb chiede 90 euro. E non fanno così solo le low cost: qualche giorno fa British Airways ha annunciato che dal dal 13 febbraio i viaggiatori europei della classe economica potranno portare gratis un solo bagaglio. Ogni collo aggiuntivo costerà da 40 a 170 euro a seconda della tratta. Sconti (30%) a chi paga il bagaglio extra via internet. Si riduce anche il peso del bagaglio ammesso gratuitamente: 23 chilogrammi invece dei 32 previsti in precedenza. British applicherà queste condizioni dal 31 settembre prossimo.

Gabelle in agguato anche per chi compra i ticket al call center o con la carta di credito. Easyjet fa pagare un extra di 14 euro a chi acquista un volo al call center e non usa la piattaforma online. Anche la carta di credito può costare: AirBerlin applica una sopratassa a chi compra il volo con la carta di credito.

Cambiare prenotazione, infine, non costa meno di 25 euro, ma si può arrivare anche a 45. Ryanair chiede 25 euro per un cambio, e 30 se si chiama il call center (costo della chiamata escluso). Perché naturalmente, anche il servizio clienti può finire sul conto finale. La conversazione con il centro assistenza delle compagnie aeree a basso costo può essere bello salato e raggiungere anche l'euro al minuto. Insomma: perché la tariffa resti low cost è sempre bene leggere molto attentamente le condizioni fissate dalle compagnie aeree soprattutto di quelle a basso costo. Anche perché cambiano spesso, quasi mai a favore di chi acquista.

OCCHIO ALL'EXTRA
30 euro - Il carosurf
Le attrezzature sportive ingombranti sono quelle che pagano il conto più salato: da 22,50 euro per chi si ricorda di denunciarle alla prenotazione a 30 per chi si presenta a sopresa. Il trasporto di tavole da surf, sci, equipaggiamento da golf può diventare oneroso.

20 euro - Valigie d’oro
E’ la soprattassa applicata da Volareweb su ogni bagaglio oltre il secondo. Un incubo per chi non ama viaggiare leggero.

90 euro - Salasso da sub
Sempre Volareweb per trasportare l’equipaggiamento da subacqueo chiede 90 euro

170 euro - Con British Airways
È il limite massimo fissato per il sovrapprezzo - a bagaglio, naturalmente oltre il primo - che la compagnia di bandiera inglese applica dal 13 febbraio. Sconti per chi paga in anticipo via internet, tariffa minima 40 euro (dipende dalla tratta).



Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Lunedì 26 Febbraio 2007)


Home Matematica della Seduzione      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2017.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help