Seduction.NET

Home Copertine      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Campagna espatrio felice

Scappare dal PAESE CRIMINALE

Dal 2006 incitiamo all'espatrio ed ora scappano tutti



Siamo arrivati anche prima dei siti per expat


Oggigiorno in ogni giornale e in ogni canale tv si parla di espatrio. Le riviste sbattono regolarmente l’espatrio in copertina. E ce lo sbattiamo anche noi a maggior “diritto”. Perché siamo stati i primi a scrivere di “espatrio felice” dal lontano 2006 (ma io ne parlo in modo maniacale da trenta anni) e ben 70 articoli sull’espatrio sono stati pubblicati negli anni (trovare con il motore di ricerca sul sito) oltre alla montagna di interventi sul Forum pubblico e riservato. Come sempre Seduction.net anticipa i trend e li provoca.

L’espatrio è diventato un fenomeno di massa. Questo non ci fa piacere perché noi siamo allergici alla massa, per definizione. Dove scappare allora… in Iran? E’ nella mia lista paesi per l’espatrio! No pappagalli no puttanieri e tanta gnocca ricca esclusiva X GS.

L’anno scorso sono “scappati” dal Bruttopaese in più di duecentomila, secondo le stime giornalistiche diverse dalle nostre. L’Aire stima molto meno della metà degli scappati effettivi perché la maggioranza di chi scappa è disgustata dallo STATO CRIMINALE e non vuole comunicare alle istituzioni mafiose dove è scappato/a perché non riconosce ad esse alcuna giurisdizione sulla propria persona. Si può anche prendere una residenza estera (qualora fosse obbligatoria nei paesi extraUnione) senza nulla comunicare alle istituzioni mafiose del Bruttopaese.
La stragrande maggioranza dei GS espatriati non sono iscritti all’Aire. L’Aire serve solo a rinnovare i documenti (ogni cinque anni) presso l’ambasciata dello STATO CRIMINALE nel paese estero. Per rinnovare i documenti GS espatriati rientrano per qualche giorno nel Bruttopaese e Vaffanculo Aire e ambasciata dei criminali. L’Aire serve ai politici dello STATO CRIMINALE per controllarvi meglio e per farti votare presso le loro ambasciate, che non sono le nostre. Io dal 2009 non riconosco la sovranità dello STATO CRIMINALE. Al momento vivo come suddito sul territorio dello STATO CRIMINALE solamente perché sono proprietario della casa, ma da un momento all’altro potrei vendere tutto e scappare verso lidi migliori e VAFFANCULO ITALIA.

Solo i pensionati INPS hanno interesse ha iscriversi all’Aire dello STATO CRIMINALE perché costoro hanno diritto al versamento della pensione italiana nello stato dove risiedono, lorda ed esentasse, che sarà tassata secondo le regole del nuovo stato di residenza che solitamente applica delle aliquote “simboliche” per attrarre i pensionati che andranno ivi a spendere le loro pensioni facendo crescere l’economia. Si è anche creata una concorrenza fra gli stati per attrarre quanti più pensionati possibili.
I pensionati sono i più fortunati perché scappano verso i paesi a basso costo e guadagnano una media del 30% in più che nel Bruttopaese, con una risultante di un potere d’acquisto in loco che aumenta al 300% rispetto al Bruttopaese, causa basso costo della vita locale. Beati loro!

Con queste premesse stimiamo che gli scappati effettivi nel 2013 siano stati quasi trecentomila perché all’Aire si sono iscritti solo i pensionati e non i giovani lavoratori e chi non è iscritto all’Aire non risulta “scappato”: una città come Bologna si è svuotata!
La nostra missione iniziata nel 2006 è stata un grande successo.

Ma non è finita.
Svuoteremo lo STATO CRIMINALE che non avrà più sudditi.
I GS che oggi non possono scappare perché hanno delle buone posizioni lavorative legate al territorio scapperanno quando andranno in pensione (meglio se anticipata) e avranno tutta la nostra assistenza all’espatrio felice nel paese più adatto ai loro gusti.
I più giovani che non hanno ancora una posizione stabile dovranno concentrarsi sullo scappare prima possibile, al sole o al freddo secondo dei casi e dei caratteri. Non solo per una voglia di seduzione facile ma soprattutto per sentirsi liberi dallo STATO CRIMINALE, che non abbia più giurisdizione sulla propria persona.

Ma è bene ricordare che mentre giornali, riviste e tv e siti internet intervistano sempre le stesse persone felici dell’espatrio e (non copiano solamente Seduction.net), noi abbiamo scritto che L’espatrio può essere infelice. L’espatrio è infelice di default. Solo un expat accorto e intelligente lo può rendere felice.

Io consiglio mete non troppo lontane, come primo espatrio. Perché il trauma del tagliare le proprie radici potrebbe portare qualcuno alla depressione. E’ meno traumatico espatriare dove non si superano le coordinate geografiche del “punto di non ritorno”. Chi espatria in Australia ha superato il “punto di non ritorno”. Può ritornare alle sue origini non più di una volta all’anno e nessuno più lo consoce e viene visto come uno straniero. Lo stesso vale per il Sudamerica, anche se ci si sente più “a casa”. Al secondo espatrio ci si può allontanare di più, dove aver fatto il callo alle proprie radici.

In questo articolo si evince che la maggioranza dei giovani espatria in Europa e che “il sogno amerikano” non se lo fila più nessuno. Il Sudamerica è più gettonato degli USA che non attirano più come una volta. Un cambiamento epocale. Sono dati parziali perché si riferiscono agli iscritti Aire e i dati reali potrebbero essere più eclatanti.

Gli articoli di stampa e i servizi tv sono il solito coro per comuni mortali.
Se leggete l’articolo di copertina di Panorama di questa settimana noterete che è copiato da questo servizio televisivo sui pensionati in Bulgaria e anche da quest’altro servizio più recente sui pensionati in Bulgaria ed è incentrato copiando di sana pianta quest’altro servizio sui pensionati in Tunisia.
E poi c’è chi copia tutti! Ecco l’articolo del fatto quotidiano che cita gli stessi fatti e le stesse interviste della tv, delle riviste e dei siti per expat. Ormai non si sa più chi ha copiato chi, è tutto un copia copia secondo le regole del coro per comuni mortali.

Questi servizi sui pensionati italiani TRUFFATI DALLO STATO CRIMINALE che con la sua casta criminale ha loro rubato tutto e non che restituirà mai nulla (neppure Grillo parla di restituzione) fanno venire da piangere. Vedere questi vecchietti derubati dallo STATO CRIMINALE fa’ venire da piangere ma fa’ anche venire la tentazione di prendere un Kalashnikov per fare vera giustizia.
Torniamo alla seduzione dei seduttori. Le cifre dei costi della vita in questi servizi si riferiscono a dei casi particolari e non sono valide per il “cost of living for seducers”.

Anche nei “paesi dei pensionati” c’è una realtà di seduzione che è tutt’altra realtà da quella dei servizi televisivi del coro dei mezzi di manipolazione di massa. Né la Tunisia né la Bulgaria sono delle mete dalla seduzione facile ma il bravo seduttore può sedurre ovunque. Gli approfondimenti saranno per i GS, altrimenti ce li copiano immediatamente. Per il popolo in chiaro segnalo questo mio vecchio articolo sulla Bulgaria, dove le belle gnocche sono una rarità.

Pensionati a parte, la Tunisia non è una meta di seduzione per comuni mortali. Ci vuole il “know how”, una buona conoscenza della lingua francese con le sfumature e le frasi di moda, il look ed essere cool come in Francia. E dipende anche da dove abiti. Se abiti a La Marsa puoi sedurre le tunisine ricche, le francesi e le italiane residenti. Se abiti in una zona con l’appartamento da cento euro non seduci certo il target alto. Se abiti a Hammamet vai solo “a turiste”. Se abiti a Sousse il mercato della seduzione è limitato. Se hai una macchina ti puoi spostare bene sull’autostrada e battere Hammamet e Sousse durante la stagione turistica. Se non hai la macchina è solo Tunisi la meta più adatta alla seduzione.

Bulgaria e Tunisia possono essere delle mete interessanti per gli investitori o per chi può vivere di rendita. Non sono mete per seduttori lavoratori perché gli stipendi sono troppo bassi, tranne che non sei inviato da una ditta che ti assume in un paese ricco, e in tal caso hai svoltato.

Questa copertina non prevede l’elenco delle schede paese per seduttori expat.
Concludiamo con la solita coincidenza quotidiana di Seduction.net.
Mentre preparavo questo articolo è entrata una e-mail di un GS che non ce la fa più e vuole espatriare d’urgenza in Germania. Leggete anche la mia risposta con qualche "rivelazione" inedita.


da: alberto[--]@gmail.com>
a: Carlo della Torre
data: 11 maggio 2014 17:39
oggetto: Espatrio r voglia di cambiare vita
proveniente da: gmail.com
firmato da: gmail.com
: Importante principalmente a causa delle parole contenute nel messag

Ciao Carlo, tutto a posto? Spero che la seduzione ti vada bene a Roma, ti scrivo perché onestamente mi sono deciso a tagliare di netto con la mia vita attuale nel Bruttopaese e reincarnarmi al più presto possibile, pianificando il tutto, in uno stato con delle regole da rispettare e civilmente più evoluto, vedi Germania e Austria.

Negli ambienti in cui mi muovo, cioè i paeselli tra Brescia e Mantova vicini al lago di Garda e la cittadina dove studio, Parma, regnano il cazzeggio e lo zerbinaggio estremi, con tanto di italioti inginocchiati o accovacciati per terra verso le loro “amate” (che li trattano peggio dei cani) in cambio di cosa? Della tanto agognata gnocca? No, in cambio di cazzeggio ma soprattutto della slinguazzata, che ormai sostituisce il vero e proprio rapporto sessuale. Gli italioti fanno gli amiconi “simpaticoni”, prendono per i fondelli la gnocca, così dopo li fa zerbinare 7 giorni/24 ore, in cambio degli appuntamenti, con tante ore passate a parlare del nulla, e successivamente in cambio della convivenza, senza sesso, passando le serate a guardare la tv degli idioti e le notti a dormire assieme stile “ottantenni”.

Vedi Carlo, ho una mentalità femminile molto sviluppata, ma non mi vergogno ciò, anzi sono riuscito a sviluppare un’empatia tale che spesso capisco come “funzionano” e si comportano le donne, soprattutto il loro stato d’animo in quel momento, anche se rimangono imprevedibili! Loro lo capiscono e lo apprezzano, è come se mi vedessero come “una” di loro. Inoltre quando una donna è attratta da me la “vedo” circondata da un’aura e se si avvicina la “sento” e ne sono attratto anch’io.

In questi mesi sono riuscito a estremizzare un po’ il mio look, a sviluppare un fisico un po’ prestante (ti allego le foto) e a migliorare un po’ le mie capacità seduttive, seguendo i consigli di ClaudioGS, Stefano-M e Norway. Certo, ho commesso degli errori in fase seduttiva, che non sto qui a spiegarti. Con un look un po’ estremo, stile “badass”, me la tiro e sono “stronzo”, macho e deciso, un po’ aggressivo, ma educato come un gentleman, mentre con un look classico/elegante sono gentile e amichevole, sempre educato, ma anche molto timido.

Ho anche avuto i miei deliri d’onnipotenza da narcisista estremo, grazie alla mia capacità d’attrazione unita al look un po’estremo, ma meditando sulle righe che hai scritto in “Come recuperLa dopo una buca” ne sono uscito, ora mi trovo in uno stato di calma e saggezza grazie al quale vedo gli eventi con un certo distacco.

Sono un seduttore molto passivo, mi metto in “vetrina” e con la mia grande capacità d’attrazione attraggo diversi target, dalla 20enne studentessa o lavoratrice fino alla 30enne-50enne lavoratrice (segretaria, barista, commessa di un negozio o del supermercato, ecc.), in diversi ambienti, come l’università, la palestra, supermarket, negozi vari, ecc.. Se guardo una gnocca che non mi ha dato semafori verdi, si gira a guardarmi o si mette in “posa”, mandandomi dei segnali. Tuttavia il mio punto di forza è anche il mio limite, perché per approcciare non riesco andare oltre il saluto, arrivo al massimo a scambiare qualche battuta. Anche se ricevo molti semafori verdi, la motivazione ce l’ho sotto le scarpe e mi manca completamente l’ispirazione, anche con le strafighe italiane, a causa della mentalità provinciale e dell’energia negativa degli ambienti, oltre alla mia età, un vero e proprio limite per la seduzione.

Mi capita anche di essere rimorchiato direttamente con un alibi, specie dalle 30enni-50enni, anche di livello alto, ma al massimo sorrido e saluto oppure rispondo alle domande in stile “botta e risposta” e poi scappo, anche se mi cercano. Sono anche stato rimorchiato da una neoventenne da 6,5, mi sono comportato in modo passivo, spontaneo e naturale, ma non l’ho più salutata per timidezza.
Avrai già capito il mio carattere: sono un ragazzo tranquillo, sincero e onesto con le donne, buono e molto timido, impacciato e bloccato. Se la gnocca mi rispetta, sono gentile ed educato, se invece vuole farmi sbroccare con qualche giochetto cretino oppure fregarmi, ecco che divento “stronzo” e cinico, rispondo per le “rime”, fregando per primo (ma la cosa non mi piace) o dando un palo, oppure semplicemente mi dileguo, non salutando più la gnocca in questione. Certo sono anche aggressivo, mi faccio rispettare, voglio legarmi a una donna e “possederla”, averci un minimo di relazione, anche stabile, con donne dai 30-50 anni, la “one night” fine a se stessa non m’interessa.

Passiamo ai target: le 20enni italiane sono stupidine e infantili, timide, insicure e narcisiste, preferiscono il cazzeggio alla vera seduzione, meno “impegnativo” e non provoca forti emozioni, vedono il seduttore come oggetto di cazzeggio o gratificazione del proprio narcisismo, pretendono eterni e psicologicamente degradanti zerbinaggi in cambio del nulla, te La vogliono dare solo per farsi mettere incinta. Se sono “fidanzate”, “preferiscono” il fidanzatino sfigato (per il quale non provano mai nulla) e ti danno il palo, se sono “single”, beh Carlo, preparati al calvario, fatto di pali, fregature, giochini cretini per farti sbroccare, eterni zerbinaggi, ecc. Altro che “vacche al pascolo” come le descrivono i quotidiani, le 20enni si confidano fra di loro a bassa voce lontane da occhi indiscreti , dicendo che cercano “l’uomo giusto”(quello con le palle) per metter su famiglia. Alcune cazzeggiano (molte di meno rispetto al passato), altre vogliono la relazione/convivenza (di più rispetto a prima), a “parole” dicono di “darLa” ai “fidanzati”, la realtà è che hanno diversi blocchi psicologici riguardo al rapporto sessuale, non so per quale motivo.

Riguardo alle 30enni-50enni, scordati le mature di “una volta”, quelle che di nascosto andavano col “ragazzino” per poi abbandonarlo. Ora anche queste sono timide e insicure, alcune 30enni sono impacciate e non ci sanno fare con gli uomini, le 50enni mi salterebbero addosso più volentieri delle altre, se non le consideri ti mandano i semafori verdi o ti rimorchiano, se dopo ciò decidi di darti da fare ecco che spariscono o diventano “timide” di colpo. Sono donne del tipo “vorrei ma non posso”, perché non posso davvero, vogliono andare col “ragazzino” GS ma sono bloccate dall’ambiente/mentalità provinciale, soprattutto temono il giudizio e lo sputtanamento delle “altre”, ma dell’opinione degli italioti non gliene può fregar di meno. Un altro motivo della loro “timidezza” è che vedono la differenza tra il 20enne cazzaro e il 20enne GS che le rispetta e ci andrebbe molto volentieri con loro.

Le italiane mi sembrano troppo “all’antica”, hanno bisogno del maschio con le palle che le protegga, che sappia dare amore, romanticismo e sesso, senza il maschio non sanno dove sbattere la testa, questa è la realtà senza filtri mediatici.

Veniamo al punto Carlo, io non resisto più nel Bruttopaese, quando cerco di adeguarmi a questo schifo non ce la faccio, ecco che compare la “lepre” tedesca o austriaca che mi ricorda che esistono posti migliori al di fuori dei confini italici, in una situazione del genere faccio fatica a concentrarmi sugli studi, sono al secondo anno fuori corso della laurea triennale, mi mancano 10 esami, il tirocinio e la tesi per laurearmi, ma psicologicamente non ce la faccio più e dovrei farmi un altro annetto o poco più in questo paese. Sono stanco di questa “palestra di vita” forzata che faccio da quando sono nato, la seduzione difficile va bene per chi ha avuto quella facile, ma vale anche l’opposto, no?

Chi rimane in questo paese? Le 20enni una volta che si laureano emigrano, le 30enni perdono il lavoro ed emigrano, gli italioti vanno all’estero a cercare la cessa con cui figliare ed emigrare nei loro paesi, qui rimangono i vecchietti che muoiono mese dopo mese.

Durante la settimana studio a Parma, riesco a fare al massimo 4 ore al giorno, poi nel week-end torno al paesello, qui al massimo resisto 3 giorni poi m’incazzo e vado in depressione, non studio, cazzeggio, a volte prendo a pugni qualcosa per sfogarmi, le mie “amicizie” non contano un cazzo, esco con i miei “amici” italioti con tanto di “fidanzatine” al sabato sera, si va nel baretto del paesello o si fa la passeggiata sul lago, poi si torna a casa. Non sopporto più nemmeno la mia famiglia e le loro abitudini antiseduttive, mia madre da quando è in pensione si rincoglionisce davanti alla tv, mio padre si occupa della casa in campagna, passando il tempo a bere e a mangiare con gli amici, per poi raccontarmi ciò e dicendomi: “Ma che problemi hai? Hai la tua macchina e non ha problemi di salute, sei sempre incazzato.”

Non ce la faccio più a vivere senza gnocca, è passato troppo tempo dall’ultima volta che sono uscito con qualcuna e mi sono baciato, figurati il resto. Non vado a mignotte, mi fanno schifo e sono troppo orgoglioso. Putroppo le straniere sono poche, c’è qualche romena onesta, qualche tedesca o austriaca, ma non fanno mercato. Posso fare un po’ di scounting, ma non cambierebbe nulla, se non operi su “mercati” come quelli di Bologna, Roma o Napoli. L’unica soluzione è finire gli studi all’estero, tipo in Germania, i miei in parte sarebbero d’accordo, ovviamente mi devo informarmi sulle università, ho un’infarinatura di tedesco, lo devo studiare, con l’inglese me la cavo, prima devo dare 3 esami prima di settembre, come vuole mio padre. Tu che mi consigli?

P.S.: Ti chiedo scusa per il papiro, leggilo con calma.
Con affetto,
Alberto (alias DurdenGS)


Il maestro risponde

Ciao DurdenGS, ben scritto il tuo report sulla seduzione nazionale.
Ma dalle foto che mi hai inviato non vedo un fisico scolpito né un look da seduttore né look extreme. Tranne una bella faccia con bell’occhiale trasgressivo, mi sembra che non ci siano stati grandi miglioramenti. Comunque se attrai come dici significa che hai l’energia seduttiva e del fisico te ne puoi anche fregare. Solo che alla tua giovanissima età non va bene essere flaccidino. Lo dico per te stesso non per la seduzione. Bene che ti sei avviato ben motivato al cambiamento ma ti ci vuole più tempo. Dipende anche dalla tua genetica e dal tuo testosterone naturale. C’è chi non ha neppure bisogno di andare in palestra (tranne che tutti dovrebbero fare del movimento per la salute) e c’è chi si deve sbattere per costruirsi un fisico. Tu hai l’energia della seduzione che forse manca a chi è “nato pompato”. Vai avanti con la palestra che ne hai bisogno.

Per l’espatrio e la laurea io non ti dirò mai di lasciare l’università a metà dell’opera per espatriare. Sei oltre la metà del percorso e una laurea in ingegneria ti garantirà un ottimo futuro ovunque nel mondo. Se invece decidi di laurearti all’estero e i tuoi genitori ti sostengono, allora va bene scappare e prendere due piccioni con una fava. Non credere però che in Germania potrai sedurre facile senza il “fisicaccio”. Da un certo punto di vista le tedesche sono superficiali perché guardano al fisico come le amerikane. Ci sono anche altri paesi dove ti potresti laureare, magari “low cost”.

In Austria per esempio fino a quando non cambiano la legge c’è l’università gratis per tutti. Ti consiglio Vienna anche per la posizione geografica che ti permette di fare dei bei fine settimana nei paesi vicini con poche ore di treno, per ammazzare la noia, perché a Vienna la vita è di massima qualità ma ci si rompe un po’ le palle. Le ragazze annoiate sono però una buona preda per il seduttore allegro che sa farle divertire. E le straniere di Vienna sono molto disponibili con il seduttore. E a Vienna conta di più la classe che il fisicaccio.

Le alternative alla Germania sono svariate. Non dimenticare la Francia e la Spagna. In Spagna ci sono tante romene e le romene di Spagna legano benissimo con il seduttore italiano. Le seduzioni delle “minoranze etniche” nessuno le conosce. Ne ho svelata una al grande pubblico, le altre saranno riservate ai GS.

Basta che finisci l’università nulla osta all’espatrio, genitori generosi permettendo.
Facci sapere anche sul Forum riservato dove andrai ad espatriare e sedurre.



Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Lunedì 12 Maggio 2014)


Home Copertine      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2021.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help