Seduction.NET

Home Editoriali      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Rivoluzione "alla francese"

La Rivoluzione dei Seduttori

Il sistema sta implodendo. Blablabla non-stop continua


di Carlo Della Torre


Maestro troppo incazzato è stato censurato


Gli articoli specifici sulla seduzione sono da qualche tempo tutti sul Forum riservato ma io credo che alcuni temi che non violano la privacy dell'autore né delle sue seduzioni potrebbero essere resi pubblici e condivisi con i lettori in chiaro.

In questo editoriale faccio qualche accenno alla situazione che stiamo vivendo, la peggiore dal dopoguerra. Qualche accenno di getto, se dovessi sintetizzare tutte le catastrofi che avevo annunciato ci vorrebbero dieci pagine.

Innanzitutto dobbiamo ammettere che c’è una cosa che ha salvato la casta criminale dalla “rivoluzione alla francese”: la nostra seduzione.
Sono certo che se non avessimo la mente concentrata, o “distratta”, dalla seduzione avremmo già montato le ghigliottine.

I politici e i loro soci d’affari adesso devono stare più attenti. Perché c’è un limite oltre il quale noi “sospendiamo” temporaneamente la seduzione per concentrarci sulla rivoluzione. Potremmo un giorno rispondere all’appello che fece il grande Monicelli, quando ci ha criticato e svergognato perché non abbiamo mai fatto una vera rivoluzione: quella che costa “sacrifici”.



Come avevo previsto in tutti gli editoriali, il paese sta affondando mentre la casta criminale continua a occuparsi dei propri affari. La corruzione impunita ha oltrepassato ogni limite, siamo a livello del Sudamerica. Renzi è stato cacciato via dagli italiani ma non se ne vuole proprio andare. Ha imposto un governo fantoccio per preparare il suo infausto ritorno. Italiani cornuti a mazziati.

Sono tutti d’accordo per raschiare il barile. Stiamo toccando il fondo mentre la televisione continua a distrarre l’attenzione del popolino, onde evitare che le rivolte. La tv è la droga del popolino. Bisognerebbe vietarla o metterla sotto il controllo di un’autorità indipendente.
Rubare ai cittadini per arricchire la casta criminale, con tutti i metodi di distrazione di massa, è il solito progetto che avevamo annunciato per primi dieci anni fa.

Una signora che guarda la tv mi ha riferito che durante i programmi chiedono dei soldi ai cittadini, con la scusa di un’emergenza, e di emergenze in questo paese ce n’è una a giorno. Non si sa’ dove vadano a finire quei soldi. Uno stato che si ruba metà del Pil, e se rubasse meno potrebbe affrontare qualsiasi emergenza in tempo reale, chiede perfino gli “extra” ai cittadini, manipolando sulle emozioni! Non gli basta più neppure super-pizzo. Non gli bastano i soldi della corruzione.

Il ministro degli Esteri, lo “zero man” Alfano (l’ex lustrascarpe traditore di Berlusconi, la nostra vergogna nel mondo), è andato a Hammamet a commemorare Craxi! Vogliono rivalutare Craxi per sdoganare la corruzione!

E’ cominciata anche la campagna per censurare la rete che diffonde le verità che la tv nasconde o manipola. Per i politici criminali la rete è il nemico numero uno perché diffonde verità da nascondere. Che ci siano delle bufale in rete è purtroppo vero, e le bufale fanno molto danno perché screditano la rete, ma il problema dei politici non sono le bufale, che sono la scusa, il problema della casta criminale è che la rete non è sotto il controllo politico come i loro mezzi di manipolazione di massa.

Chiunque contesta il sistema criminale viene etichettato col termine dispregiativo di “populista”.

Io invece definisco “populista” chi manipola il popolo attraverso il controllo dei mezzi di comunicazione di massa al fine di trarne un vantaggio personale a danno del paese e dei cittadini. Populisti sono i politici che hanno governato negli ultimi cinquanta anni, arricchendosi impunemente con le loro azioni criminali che hanno devastato un paese e sfruttato i cittadini. Sono “populisti” perché hanno convinto attraverso sofisticate manipolazioni (o comprando i voti) a votare per i loro interessi contro gli interessi dello popolo. “Populista professionista” è chi ha manipolato il popolo negli ultimi cinquanta anni al fine di trarne un immorale vantaggio personale. “Populisti” sono anche gli addetti alla manipolazione di massa, e non solo i loro capi politici. Populisti sono i giornalisti che hanno “blablablato” e che non vogliono mollare. “Populisti” sono tutti i cosiddetti “esperti” o “opinionisti“, de sto cazzo, che si sono inventati false previsioni perfino con grafici e slide truccate al fine di continuare a “magnare” sparando cazzate quotidiane. I fatti provano tutto, i blablabla stanno a zero.

Ma continuano a fare “blablabla”. Si tratta di gentaccia da nulla, compresi i cosiddetti “intellettuali” che continuano a “magnare bla bla bla”. Non hanno ancora capito che il sistema sta implodendo e con i loro “blablabla” non riusciranno a fermare l’implosione. Il tempo è scaduto, ma non ci deve bastare che si ritirino in pace, devono pagare per il passato.

Stanno provando di tutto per resistere. Ci hanno anche messo in mezzo un nuovo ministro degli interni per fare retromarcia sull’immigrazione sponsorizzata presso i trafficanti di essere umani. Renzi aveva detto che andava tutto bene. Se adesso fanno retromarcia e riescono a non lasciar morire in mare migliaia di persone e a contrastare i trafficanti, Renzi dovrà essere condannato per appoggio esterno in associazione mafiosa dedita al traffico di esseri umani e per crimini contro l’umanità. Se ci sarà una rivoluzione ricordiamoci: appoggio esterno in associazione mafiosa e crimini contro l’umanità.

Adesso vogliono fermare anche gli espatri sia dei giovani sia dei pensionati.
Dal 2010, quando gli italiani residenti all’estero erano 2,3 milioni, oggi, nel 2016 siamo giunti a circa 4,5 milioni, raddoppiando in soli 5 anni la popolazione che ha deciso di trasferirsi stabilmente fuori dal Paese, per i motivi più diversi, ma sostanzialmente, per cercare di sopravvivere alla crisi ed alle problematiche socio-politiche interne. Adesso vorrebbero chiudere il recinto e far rientrare gli expat per avere più polli da spennare a loro uso e consumo.

Siamo stati un grande paese. Dobbiamo tornare grandi, eliminando o punendo chi ha devastato il paese e il popolo italiano.
Guardate e diffondete questo video che ha avuto poche visualizzazioni e che ovviamente è censurato dai mezzi di comunicazione di massa:



Concludo con un tema comico. Non hanno vergogna. Questa trovata della casta ha del comico:




Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Giovedì 26 Gennaio 2017)


Home Editoriali      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2017.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help