Seduction.NET

Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Carlo risponde ai lettori

Ragazza night in paradiso veline all’inferno

“Una donna che ha lavorato in un night-club può essere una buona compagna?”



da: [---]@libero.it>
rispondi a:
a: carlo@seduction.net
data: 3 aprile 2017 15:59
oggetto: ESPERIENZA
proveniente da: libero.it
firmato da: libero.it
: Importante principalmente a causa delle persone che partecipano alla conversazione.

Gentile Carlo
ho preso il coraggio dopo un anno di scrivere la mia esperienza, sperando che offuscherai la mia mail, perché non voglio assolutamente farmi scoprire.
Sono stato fidanzato per un otto anni con una bellissima ragazza del mio paese, ma avevo capito troppo tardi che era la solita stupida tutto aperitivi cenati e frivolezze. Ho dovuto sbatterci il muso e dopo essere stato tradito ho terminato con dolore questo storia.

Era il 2015. I miei amici hanno fatto di tutto per mettermi su di morale
Una volta per farmi svagare mi hanno portato in un night-club ed ho parlato con una ragazza romena deliziosa e piccolina, di grande classe e dolcezza. Accadeva ad agosto 2015. Ci siamo scambiati i numeri ma io non l'ho mai chiamata sapendo i trucchi di queste hostess.

Fatto sta che una volta la chiamo ed usciamo per un caffè e scopro che questa ragazza ha delle qualità nascoste, ama l'arte i viaggi, leggere e lo studio e preferisce una bella passeggiata rispetto ad una serata in discoteca. L'esatto contrario della mia ex.
Ci sentimmo spesso ma sapendo come si comportano tali donne ho cercato di essere evasivo.

Premettendo che i nostri incontri erano solo delle piacevoli passeggiate che però pian piano si sono trasformati in qualcosa di più profondo. Ho spesso detto lei che il mio momento economico non è roseo e che dunque se preferiva c'erano tanti uomini più facoltosi, ma lei ha sempre dato picche a terze persone.

Pian piano però ha cominciato a scaldarmi il cuore e dico che ho fatto di tutto per non dare spazio a tali sentimenti, ma non ci sono riuscito.
Siamo stati in contatto l'estate 2016 e durante il suo ritorno in Romania ci sentivamo per qualche ora al giorno. Non mi sono mai annoiato, perché questa donna mi parlava di tante cose interessanti e della sua voglia di libertà e dei due suoi sogni: una vita tranquilla in famiglia ed un investimento lavorativo che sta facendo nella sua città insieme ad una amica.

Abbiamo discusso tanto anche della crisi che non permette di realizzare i propri sogni, sopratutto in Italia e lei mi ha detto che voleva leggere il mio cv per darlo a qualche impresa nel suo paese per farmi lavorare a Bucarest, dato che a giugno tornerà definitivamente in Romania.
Le nostre passeggiate sono state speciali e quando l'ho presentata ad alcune mie amiche mi hanno detto di non lasciarmela scappare.
Mi ha fatto dei bellissimi regali e sommerso di gentilezze a cui non ero avvezzo, dicendomi che lei ama le persone gentili che si discostano dalla modernità e che detesta quelle specie di uomini tatuati, energumeni etc, che sembrano avere più chance nella vita ma che alla lunga non vanno da nessuna parte.

Non so perché ho avuto paura, scosso dalla mia vecchia storia, impaurito del suo momentaneo lavoro e sono stato io a troncare senza farmi sentire. Lei è una donna forte che per orgoglio non vuole sentirsi sotto e dopo avermi chiesto di vederci più volte non mi ha telefonato più.

Ho avuto paura del suo lavoro e del mondo schifoso che ruota attorno a questi locali, anche se poi al di fuori nella mia provincia ci sono dei disastri famigliari preoccupanti. Ho conosciuto altre donne insipide che all'età di 35/40 ancora pensano alle stupidaggini al vestito firmato, lamentandosi di tutto ed annoiandosi a morte, come anche i tanti uomini che sono a pari demerito a mio avviso.

Spesso ho giudicato il suo lavoro e lei ha provato a trovarne un secondo ma la crisi si sente a 360°. A giugno andrà via definitivamente e sento invece dopo questi due anni di aver perso qualcosa di speciale.
Volevo solo porti una domanda, potrebbe essere mai possibile che una donna che ha lavorato in un night-club possa essere una buona compagna?
Scusami per questo sfogo.

Il maestro risponde

Premetto che io detesto le ragazze che lavorano nei night club. Infatti non li frequento. Un paio di volte i miei amici mi hanno costretto mentre io ho rifiutato ogni contatto anche verbale, con disprezzo.

Ti devo però dire che tu hai incontrato una fuori dal mucchio, fuori dal troiaio.
Si: hai perso qualcosa di speciale! Tutti gli incastri e le prove del 9 mi dicono che la tua ragazza lavorava al night per stato di necessita, dove era “in parcheggio”, in attesa di una vita sana e migliore. Non ci sono trucchi in tutta la tua storia, non ci possono essere perché non c’è la convenienza troiesca.

Dal punto di vista morale la tua è una santa. Fai il confronto con la Gregoracci contro la quale il pay-boy Briatore si è accasato e ci ha anche figliato!
Come la chiameresti la Gregoraci che andava al Ministero degli Esteri a fare le “cose”!

Ne parlavo proprio ieri col il GS Alchemist che come tutti non sapeva cosa la Gregoraci facesse. Gli ho detto che il pay-boy Briatore sarà pure bravo ad organizzare gli eventi nei locali notturni ma di donne non ci capisce una mazza. Se uno è un compratore di donne, dovrebbe almeno saper comprare bene.
Invece questo dopo aver comprato una scimmia che si faceva passare per pantera si è comprato anche quest’altra. Coglione.

Perché se lui mi dice che è una bella fica, io gli rispondo: “Caro pay-boy, paga e fatteLa e poi mandaLa affanculo”.
Questo invece se “La” è sposata, la Fica. Non ci si sposa con una vagina, ci si sposa con un Donna. E questo ci ha pure figliato! E come lo chiameranno il figlio quando passa?

Tu stavi con una santa!

”Volevo solo porti una domanda, potrebbe essere mai possibile che una donna che ha lavorato in un night-club possa essere una buona compagna?”.
Se ha lavorato nel night-club in stato di necessità o per aiutare la famiglia e non ha esercitato la prostituzione, la mia riposta e “Si”.

La tua non “La” dava per avere le trasmissioni in tv. La tua lavorava per stato di necessità in un ambiente che le faceva schifo.
Ti garantisco che anche il Papa la assolverebbe, mentre non assolverebbe questa.

E’ possibile che tu abbia delle chance per tornare indietro sui tuoi passi.
Se te la sposi ti faccio da testimone!

Buona seduzione di ritorno
Carlo



Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Martedì 11 Aprile 2017)


Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2017.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help