Seduction.NET

Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Carlo risponde ai lettori

Opinioni su Tinder

Secondo il maestro è come le vecchie agenzie "matrimoniali"



da: patrick.[--]@gmail.com>
a: Carlo della Torre
data: 22 marzo 2017 19:57
oggetto: Re: Esperienze su Tinder
proveniente da: gmail.com
firmato da: gmail.com
: Importante principalmente perché è stato inviato direttamente a te.

Tempo fa, quando ancora non esisteva Tinder, le varie applicazioni per smartphone, ecc... ho iniziato a parlare su una chat.
E chi incontro?
Una bella ragazza che conoscevo.
Quindi era in cerca.
Si è sentita in imbarazzo arrancando delle scuse.
Era stata insieme per anni ad un tipo molto bello che stava seguendo un corso per diventare pilota d'aereo.
Poi tra i due non è funzionata.
E così era in cerca.
Probabilmente non aveva sufficienti conoscenze per trovarsi l'uomo che voleva.
Cioè le mancava "l'ambiente" dove essere approcciata.
Ce ne sono donne che effettivamente non hanno una compagnia con cui uscire o non hanno interessi (palestra, corsi di ballo, ecc...ecc...)
Se poi lavorano nella ditta familiare con il papà, la mamma e il fratello, dove lo trovano un uomo? Specie se sono anche esigenti?
C'è internet per questo.
Sono necessariamente delle pazze?
Beh... se per pazze intendi donne timide o poco sociali... l'importante è definire cosa sia la pazzia.
Sui fotografi, ti confermo al 100% quanto affermi. Adesso vanno dai fotografi.
Il Photoshop può fare molto.
Anche una mia ex-collega di lavoro era andata per farsi delle foto da pubblicare su Facebook.
Ovvio che una donna tutta in tiro, truccata, con bei vestiti, fa tutto un altro effetto.
Se poi c'è anche il ritocco...
Molte però (vedere per credere) mettono foto normali. Alcune fatte allo specchio e di sicuro non alterate (la differenza tra una foto di un fotografo e un autoscatto si percepisce senza essere esperti).
Quindi niente trucchi e inganni.
Su Tinder "vedi" chi ti sceglie solo quando ci si sceglie a vicenda.
Quindi a differenza di altre applicazioni non può essere usata per scopi di narcisismo.
A meno che una donna non scelga tutti per poi dare picche a tutti quando viene scelta.
Ma a quel punto si deve abbassare e sceglierti (non so quanto possa gratificare una narcisista).
Molti uomini scelgono tutte quindi una donna a prescindere da quello che sceglierà probabilmente vedrà ricambiato l'interesse.
Avrà sempre uno stuolo di uomini tra cui scegliere.
In teoria dovrei (e qui dico dovrei, perché non si sa mai fino all'ultimo) uscire con una donna conosciuta su Tinder, la quale mi diceva che la maggior parte degli uomini parte con discorsi sessuali.
Viene cestinata all'istante.
Le donne selezionano (come sempre) ma se trovano qualcuno di interessante... possono anche valutare un'uscita.
I tempi stanno cambiando Carlo, anche perché ci sono nuove tecnologie e modi di conoscersi (che non esistevano prima).
Perché non provare? Che si perde?
Forse ci si può permettere anche di investire su internet.
Il seduttore che non si adatta all'ambiente in cui si trova o ai tempi... perde occasioni.
Ma te lo sai meglio di me.


Il maestro risponde

Caro Patrick, una tua letterina quando non ho tempo per scrivere in chiaro e sono impegnato con le e-mail e i corsi dei GS e sono anche in partenza per Vienna, con l’ansia di non fare in tempo, è la soluzione di tutti i miei problemi!
La tua letterina l’ho letta tutta velocemente e te la pubblico perché tutte le opinioni sono utili per farsene una propria.

Commento alcuni punti fino a quando suona “la campanella”!

1) ”le mancava "l'ambiente" dove essere approcciata.”
Io credo che una strafiga italiana da 8 in su, o che tale si consideri, non si abbasserà mai a cercarsi un uomo online. E’ da disperata, è da sfigata all’ultima spiaggia. Inoltre non credo che una strafiga italiana che di corteggiatori ne ha a decine fin dall’adolescenza (compreso quello dalla porta accanto) non abbia qualcuno”buono” fra i vecchi corteggiatori in lista d’attesa, che si propongono periodicamente fino a trovare il momento giusto. Per quelle sotto il 6 c’è l’online.

2) L’autoscatto si può photoshoppare e ci sono anche dei programmi che mi ha mostrato una donna che photoshoppano direttamente allo scatto… io non me ne intendo ma le donne sanno tutto. Io le vedo farsi decine di scatti e sceglierne uno fra cinquanta. La luce fa la differenza, il trucco cambia i connotati. Una foto non è mai la realtà.

3) ”Il seduttore che non si adatta all'ambiente in cui si trova o ai tempi... perde occasioni”.
Le occasioni non sono tutte da prendere. Secondo il seduttore le occasioni devono accadere alle proprie condizioni. I morti di fica prendono tutto, il seduttore sceglie, accetta o rifiuta le donne e le occasioni. Io ad esempio, come altri GS,rifiutiamo le occasioni delle donne che ci vengono presentate. Per i non-seduttori invece non c’è niente di meglio. Io, altro esempio, rifiuto le scopate anche da strafighe, perché qualcosa non m’ispira o non mi ispira il momento!

4) ”I tempi stanno cambiando Carlo, anche perché ci sono nuove tecnologie e modi di conoscersi (che non esistevano prima)”.
La tecnologia come anche le tecniche di seduzione vanno contro la vera seduzione. Prima c’erano le agenzie matrimoniali con i loro database per quelli/e all’ultima spiaggia, ora ci sono le tecnologie con un mercato più vasto. E’ lo stesso meccanismo nulla di nuovo sotto il sole della seduzione, solo un utenza più vasta perché è più accessibile.

5) ”Perché non provare? Che si perde?”.
Non ho nulla da obiettare.

Non posso continuare, è suonata la campanella!



Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Lunedì 15 Maggio 2017)


Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2017.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help