Seduction.NET

Home Copertine      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


ELEZIONI EUROPEE

Anche i seduttori votano

Un'analisi last minute per decidere sapientemente chi votare


di Carlo della Torre


Leggete e condividete


Scrivo di getto, siamo molto in ritardo per la copertina sulle elezioni.

Condividete immediatamente quest’articolo con tutti i vostri contatti cosicché anche i comuni mortali si formino un’ “opinione ragionata” anche in dissenso con la nostra.

I seduttori, come tutti i comuni mortali, sono chiamati a votare per le elezioni del Parlamento Europeo. Organo inutile e costoso bla bla bla perché tutto è deciso dalla Commissione, dove il sottoscritto ha seguito un tirocinio di sette mesi. Ciononostante queste elezioni sono importanti perché potrebbero cambiare gli equilibri di forza dei partiti europei. Inoltre nel nostro paese, avranno un impatto in campo nazionale perché sono considerate da tutti un test per le elezioni politiche.
Si vota fra pochi giorni e gli indecisi sono ancora tanti.

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza al di fuori di tutte le propagande, di tutte le parrocchie politiche, senza farci influenzare dai social media e dalle fake news, come neppure dai titoloni dei quotidiani per fatti irrilevanti e gonfiati quando fanno comodo all’editore di turno. Ovviamente non ci facciamo influenzare neppure dalle sceneggiate dei leader ad uso e consumo del popolino.
Oltre alle sceneggiate qual è la sostanza?

Al momento, che inizio a scrivere questo pezzo, sono anch’io indeciso, ovviamente fra Lega e M5S, che abbiamo sostenuto alle ultime elezioni politiche e che hanno vinto entrambi. Come sempre chi indicavamo in tutte le elezioni ha vinto o ha perso come da noi auspicato: leggete tutti gli editoriali.

Sto scrivendo per capire anch’io per chi dovrei votare. Al momento non lo so, ma l’energia universale m’illuminerà last minute, come succede anche nella seduzione.

Come molti di noi alle ultime elezioni ho votato Lega + M5S, citati in ordine alfabetico. Il voto è segreto ma il mio è stato pubblico. La mia seduzione resta segreta ma in alcuni casi didattici ne sono a conoscenza i GS.

Andiamo avanti. Questo pezzo del Fatto Quotidiano con “dati alla mano” lo dovete leggere per capire che non esistono editori liberi e conseguentemente neppure giornalisti liberi. La realtà è tutta manipolata e noi per primi li avevamo ri-nominati “mezzi di manipolazione di massa”. Adesso la massa si manipola anche sui social media e ne consegue che tutta l’informazione è drogata, e anche la democrazia è drogata.
Prenderemo per buoni solo i dati confermati da fonti attendibili e controllate, tutto il resto ci entra da un orecchio e ci esce dall’altro.

I punti ai quali tengo, che influenzano il mio voto sono:
1) Sicurezza e immigrazione.
2) Corruzione e impunità.
3) Economia.

Sul punto 1 (Sicurezza e immigrazione) la Lega sta facendo bene il suo lavoro ma ha tutti contro, soprattutto i tromboni che girano con i paraocchi e i paracervello, illuminati solo dalle ideologie. Io non sono di sinistra né di destra, né di centro né tantomeno di dietro, e posso aderire progetti di destra o di sinistra perché non sono influenzato dalle ideologie. Loro no. Hanno il cervello sigillato. Primo fa tutti lo scribacchino condannato in cassazione per plagio, tale Roberto Saviano, il direttore d’orchestra dei tromboni. Forse però è un gran paraculo che si è arricchito scrivendo romanzetti sulla mafia senza avere alcuna fonte, e seguendo le direttive del partito che lo sostiene, e lo arricchisce.

Marcello Veneziani che conobbi perché pubblicò una mia lunga intervista sulla sua rivista di allora “L’Italia Settimanale” ha dedicato un suo pezzo magistrale ai tromboni tipo Saviano, leggetelo. Marcello Veneziani è un intellettuale di destra ma io lo giudico solo da quello che scrive.

Sull’immigrazione si è persa la bussola, non si analizzano le origine, le cause, né la composizione di questo fenomeno. Nessuno si domanda perché venti o trenta anni fa quando in Africa si moriva veramente di fame, nessuno emigrava e oggi che nella maggioranza dei paesi africani si vive discretamente arrivano a valanga. Non sarà che prima non c’era il business del traffico di esseri umani mentre adesso c’è il via libera ai trafficanti? Chi ha interesse a questo traffico di umani? Chi ci guadagna? Se non lo sapete fatevi i conti della serva. C’è un giro di soldi che conviene a troppi. Ai politici dei paesi esportatori di carne umana che ricevono le rimesse degli emigrati e anche dal traffico di droga, come i soldi dai trafficanti per operare liberamente, ai paesi di transito che fanno pagare i pedaggi, ai paesi di sosta che sono finanziati per tenerli nei campi prima che si imbarchino, agli scafisti, alle Ong che se non ci fosse il traffico non esisterebbero, e nisba soldi, ai paesi riceventi che gestiscono l’immigrazione sia sfruttandoli come schiavi sia finanziando le organizzazioni che li ospitano, sia dando lavoro alle forze dell’ordine, agli avvocati e ai magistrati. L’aumento della criminalità fa pil (forze dell’ordine, avvocati, magistrati, carceri, assicurazioni). Gli immigrati in valore assoluto delinquono tanto quanto gli italiani ma in proporzione dieci volte di più perché sono il 10% della popolazione residente. Gli immigrati che lavorano regolarmente delinquono quanto gli italiani, ma quanti fra quelli arrivati sui barconi lavorano regolarmente e quanti delinquono? Un comunista vecchio stampo che ragiona da libero pensatore mi ha detto: “Poiché ci servono, allora andiamoceli a scegliere”. Questo signiFica ragionare.

Ma io sono più umano e voglio aiutare chi è alla fame. Allora sentite l’analisi “dati alla mano” della Milena Gabanelli (che non è sospettata di essere di “fascista”). Dai barconi viene chi ha i soldi, non chi è alla fame. Incredibile ma vero. Una studentessa nigeriana mi ha ricordato che in Nigeria c’è la guerra solo in una piccola parte del paese mentre a Lagos è tutto tranquillo e si vive bene. Allora perché i nigeriani che “scappano dalla guerra” non scappano nel loro stesso paese a Lagos? I nigeriani vengono soprattutto per vendere droga, non hanno necessità di emigrare ma sono finanziati dalla mafia nigeriana, la più crudele del mondo. Per far capire ai vostri amici duri di comprendonio, oppure ai tromboni come lo scribacchino Saviano, condannato in cassazione per plagio, che scrive di mafia senza avere alcuna fonte, fate loro una domanda: “Se ci fosse la guerra a Bolzano fra italiani e Schützen, e tu fossi italiano, scapperesti all’estero oppure a Roma o Milano? E credi che lo stato estero avrebbe l’obbligo di darti asilo quando è ben noto che potresti scappare nel tuo stesso paese spostandoti di cento chilometri? I tromboni quando vengono messi davanti alla realtà non cambiano idea ma si arrampicano sugli specchi, e qui dovete dargli sotto fino a farli balbettare. I tromboni non sanno argomentare perché hanno la testa imbottita d’ideologie che non permettono loro di ragionare.

Passiamo al punto 2 (Corruzione). La corruzione mi fa imbestialire! E’ il male supremo. Fa arricchire chi non ha meriti, danneggia l’economia, degrada il paese, fa scappare gli investitori. Io sarei per la pena di morte anche per la corruzione (oltre una certa soglia). Il M5S fa bene il suo lavoro sulla corruzione. Per me è poco ma non posso pretendere che un partito di governo proponga oggi la pena di morte. Approvo la lotta alla corruzione del M5S. La corruzione in Italia ormai ha superato molti paesi africani e sudamericani! Una Repubblica delle Banane ma con meccanismi più sofisticati che in Africa. La destra pratica la corruzione con le mazzette di banconote o con i conti alle Bahamas e simili. La sinistra usa il metodo delle consulenze e le fatture per servizi mai resi. La destra si sta gradatamente spostando sui metodi di sinistra, che sono più “eleganti”. Le mafie stanno dietro le quinte e dirigono il sistema. Vi dico che se fossi il dittatore di questo paese eliminerei corruzione e mafia in trenta giorni. Come? Non ve lo dico. Fatemi dittatore e vedrete!

La Lega non vuole combattere la corruzione, da quest’orecchio non ci sente. O forse non ci deve sentire perché è contigua al Cavaliere, il Re insuperato di tutte le corruzioni, il genio della corruzione per la quale ha un talento veramente geniale. La Lega ha dentro tutta la vecchia guardia (“Lega ladrona Roma non perdona”) e i nuovi uomini di punta che sono saltati sul carro di Alberto da Giussano, per rubare a più non posso. Salvini non può combattere la corruzione pena la perdita dei suoi uomini che portano i voti, e gli uomini della “vecchia guardia” che hanno le competenze. Anche se Salvini volesse non potrebbe. Tranne che non fosse costretto dal M5S in cambio appoggio incondizionato su sicurezza e immigrazione, che potre compensare la perdita di uomini e voti. Questa sarebbe una soluzione di molti problemi ma per ora i due stanno litigando per la campagna elettorale. Se si accordassero come dettopotremmo avere un nuovo “Risorgimento italiano”.

Non che a me freghi personalmente. Io posso vendermi casa, portare i soldi all’estero e sbaraccare tutto. Me ne frega perché è il mio paese e perché mi dà immagine e status anche all’estero. Se essere italiano diventasse un brand di prestigio io ne guadagnerei anche all’estero, anche nella seduzione, perché italiano “sanguinis” lo sarò per sempre. Però sempre föra da i ball gli italioti di razza inferiore italica, tipo i Brambilla che facevano gli smargiassi all’estero ai tempi d’oro, ai quali io ho augurato la crisi che è ben arrivata. Non sbaglio mai un colpo.
Per concludere sulla corruzione, voterei M5S.

Il punto 3 (Economia). Non voterei né Lega né M5S. Gli altri partiti che hanno devastato il paese negli ultimi 50 anni neppure li considero, devono andare tutti all’ergastolo dopo l’esproprio di tutti i beni.
Allora, se mettessi in priorità l’economia non andrei a votare e mi organizzerei per il cambio di cittadinanza.

Il reddito di cittadinanza è stato un flop costoso. Capisco che M5S non poteva rinunciare perché su questo punto ha chiesto i voti. Almeno lo poteva organizzare in modo diverso, come un aiuto di minore entità a tutti, sotto una certa soglia di reddito, senza i lacci e laccioli burocratici per avere il reddito di 780 euro che pochissimi prendono. Io avrei dato un contributo di 200 o 300 euro a tutti sotto i millecinquecento euro mensili netti. Sia che lavori in un ministero, sia lavori al nero a Napoli, sia non lavori e ti pago da mangiare. Avrebbe garantito la sopravvivenza e stimolato l’economia con immissione di liquidità nel sistema. Parliamoci chiaro: a Napoli e nel sud non si può contrastare il sommerso pena un aumento della disoccupazione. Il sistema Italia è questo, senza il sommerso in alcune aree geografiche non ci sarebbe lavoro. Ci vuole Realpolitik non ideologia. I centri dell’impiego non potranno mica creare il lavoro che non c’è. Il progetto è irrealizzabile. Il lavoro si crea con gli investimenti privati, e con le opere pubbliche metodo keynesiano. Ma per sbloccare i cantieri, come vuole la Lega, ci vogliono prima le leggi che contrastino duramente la corruzione e la mafia. La mafia non aspetta altro, a ogni opera pubblica in Italia c’è stata e ci sarà sempre corruzione e mafia. Sempre, in tutte, senza eccezione. Con la pena di morte la corruzione e la mafia sparirebbero anche perché i morti non corrompono e non sono corrotti. Ci vorrebbe almeno il carcere duro. L’unico che ha eliminato la corruzione e i corrotti è stato Stalin. Io ho fatto un anno d’università a Mosca sotto Breznev e la corruzione era peggio che oggi in Italia. Si pagava anche per entrare all’università e i figli di operai erano il 2% degli iscritti. Questo era il comunismo dopo Stalin.
La flat tax come la vuole la Lega (M5S concorda quasi in toto) non va bene. La flat tax come la vogliono fare detassa i ricchi che non investirebbero. Bisognerebbe detassare chi investe tutti gli utili e crea lavoro e tassare i ricchi che non investono.

La nostra proposta in bozza:
La flat tax sul reddito delle persone fisiche dovrebbe essere fatta detassando la classe media, per esempio con una no tax area fino a 24mila euro, e poi il 20% di tasse sulla quota fino a 100mila euro e poi il 70% sulla quota eccedente. La classe media aumenterebbe i consumi e gli imprenditori investirebbero perché ci sarebbe una maggiore domanda. Ma se detasso il notaio che guadagna un milione, non credo che il ricco notaio aumenterebbe i consumi con i soldi in più che gli escono dalle orecchie, dei quali non saprebbe che farsene dopo aver comprato la seconda Ferrari.
Chi aumenta i consumi privati con la detassazione è colui che non è in grado di soddisfare tutti i propri bisogni, non colui al quale escono i soldi dalle orecchie
.
Per concludere sull’economia: a oggi tutti bocciati. Vedremo se seguiranno le nostre proposte.

Ho deciso? Non ancora. Sull’Europa e sul business del traffico di esseri umani sono per la Lega. Sul sovranismo in questa Europa, così com’è oggi, sono Lega. Ma su un altro tipo di Unione non sarei sovranista bensì “nazionaleuropeista”. Le istituzioni europee costano un mare di soldi e sono agli interessi dalle lobby, contro gli interessi dei popoli. Questa Unione non mi piace affatto. Costa troppo mantenere quei burocrati strapagati e finanziati dalle lobby. Per mantenere quei carrozzoni - come ho già scritto ho fatto un tirocinio presso la Commissione e so cosa fanno e quanto guadagnano – l’Italia dà più di quanto riceve. A queste condizioni non c’è alcuna convenienza a restare nell’Unione.
Ma una “Unione dei popoli” diversa da quella attuale sarebbe ben auspicabile.

Continuo. La lotta alla corruzione mi dice di votare M5S. La mancanza di competenze dei “grillini” come la loro non conoscenza del sistema, m’inducono a non votare M5S. Il problema del M5S, il movimento degli onesti, è che se sei onesto significa che non sei mai stato dentro il sistema della politica. Chi conosce il sistema da dentro ha le mani sporche. E se sei onesto e vuoi entrare nel sistema, chi è già dentro ti raggira come gli fa comodo, un gioco da ragazzi. Vedi la sindaca Raggi che si è fatta inchiappettare da tutti e adesso non sa che pesci pigliare.

A questo punto sono al 50% Lega e 50% M5S. Sicurezza e immigrazione 50%, corruzione 50%.

Ma ecco che l'aiuto per decidere arriva da oltralpe!
Il caso Austria. Indipendentemente delle idee politiche di Strache, questa è una bomba a orologeria per influire sulle elezioni del Parlamento Europeo. Un attentato terroristico alle elezioni. Strache è uno sfigato idiota affamato di gnocca ed era stato facile farlo cadere in trappola. Ma il video era stato estorto nel 2017, tenuto nel cassetto e sparato pochi giorni prima delle elezioni europee, contro il fronte dei sovranisti.
Indipendentemente se Strache sia corruttibile o sparone affamato di gnocca, indipendentemente se debba essere condannato o meno, non c’è alcun dubbio, data la tempistica perfetta, sulla funzione terroristica del video.
Chi c’è dietro? Angela Merkel? I servizi segreti della casta, e di quali stati? Lo stesso Kurz per liberarsi di un alleato scomodo e pretenzioso e aumentare il suo potere? Qualche papavero della nomenclatura dell’Unione? Macron, la merde de la France? Forse non si saprà mai.
Chiunque sianoi terroristi che giocano sporco, mi hanno convinto a votare per i sovranisti. Spero che la bomba ad orologeria gli si rivolti contro come un boomerang. Alle politiche potrei fare altre valutazioni.

Per il Parlamento Europeo, contro ogni manipolazione, votiamo Lega





Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Martedì 21 Maggio 2019)


Home Copertine      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2021.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help