Seduction.NET

Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Carlo risponde ai lettori

Il ritorno a Roma

"Non so dove andare a conoscere donne"



da: [nome cognome]@gmail.com>
a: Carlo Della Torre
data: 10 apr 2020, 17:07
oggetto: Ciao di nuovo!
proveniente da: gmail.com
firmato da: gmail.com
sicurezza: Crittografia standard (TLS) Ulteriori informazioni
: Importante secondo Google.

Caro Carlo,
non so se ti ricordi di me, ti avevo scritto alcuni mesi fa dalla Carolina del Sud negli USA. Beh ora il mio contratto è finito e con la pandemia globale ho perso anche il nuovo lavoro trovato a Londra in un albergo di lusso. Sono stato li per 2 settimane chiuso in camera a guardare Londra dalla finestra al ritmo di Jazz e classica.

Ora me ne sono tornato a Roma da una settimana e sto in quarantena. Era destino, ho realizzato che le proprie radici per quanto uno possa adattarsi e parlare le lingue non si possono cancellare mai e vivendo da emigrati si finisce per essere sempre un po' estraniati in qualche modo.

Anche il modo in cui questi paesi 'ricchi' hanno reagito alla pandemia dando più importanza all'economia più che alle vite umane mi ha lasciato basito. Ed ora eccomi qui in questa città complicata dal punto di vista della seduzione ma ho deciso di ricominciare da qui. So' che le giovani sono un po’ differenti dalle più attempate in questa città e non sempre per il meglio. Spesso si crede che il meglio sia ad esempio il sesso facile procurabile online, la prostituzione a portata di mano che ti arriva in camera, le differenti esperienze sessuali compulsive e le coppie 'aperte'. Non si comprende come questo non sia altro che 'consumismo" della carne senza alcun senso. Diventa merce. Si pensa che la svolta stia nella facilità e nella distruzione di qualsiasi regola o tradizione. Come diceva Julius Evola "il fatto che la religione abbia tolto la libertà alle persone è pura illusione". L'uomo di questo secolo era già libero, liberando la società dai valori e dalle tradizioni non si fa altro che arrivare al punto in cui siamo ora, cioè al caos più totale.
La seduzione rompe le regole, se tutte le regole vengono meno la seduzione finisce.
Vabbe’ ora non vorrei dilungarmi troppo, magari neanche comprendi esattamente cosa intendo.

Sto leggendo sempre più i tuoi articoli e ho notato come tra me e te c'è una sorta di illuminazione simile a cui non in molti arrivano e che si tratta di una sensazione percepibile soltanto nella pancia e forse nello sguardo con cui si guarda la realtà di fronte a noi.
La seduzione come dici tu è spontaneità e intuito. Per lo meno nella fase iniziale, poi dopo ci vuole anche un po’ d’immaginazione ed 'azione'.
Ora ho compreso che la mia vita di tutti i giorni sarà qui nel bene e nel male ma sicuramente continuerò a viaggiare in Europa e anche in Italia.

Ecco io ora, trovandomi qui a Roma, non so da dove partire. Devo ammettere che sedurre le Italiane è del tutto cosa nuova per me. Ero adolescente e agli inizi di università quando avevo ragazze di qui, ora sono passati anni e non so se ci siano dei cambiamenti nel modo di porsi.

Non so assolutamente dove andare a conoscere donne, come dici tu i soliti luoghi per conoscere straniere sono un po’ noiosi e ripetitivi. Io sono un tipo dinamico, vorrei cominciare a conoscere Roma nel profondo con un’ottica diversa essendo interessato all'arte e la storia. Quindi penso che mostre, gallerie d'arte, musei, possano essere il mio micro-cosmo. Mi piace il jazz, ma ho notato che a Roma c'e' poco e niente. Insomma da dove cominciare? Io non sono il tipo che fa festa e che si ubriaca, una volta lo ero ma è finita quella fase e mai ci tornerei. Dove conoscere belle donne Romane, con un po’ d’intelligenza e cultura ed amanti della seduzione? Non ne ho la più pallida idea sinceramente. E le straniere? A parte i soliti luoghi comuni che sono affollati di burini, quale alternativa ci sarebbe? Io stavo pensando che, volendo viaggiare in paesi come Spagna e Francia, potrei trovare delle lezioni private di queste lingue. Oppure proprio qualche corso che non costa molto e venire a contatto cosi con donne di altri paesi.

Sai, leggendo Kierkegaard, come ti dissi nella scorsa mail, avevo cominciato ad approcciare donne in negozi fingendomi alla ricerca di un pensierino per una qualche spasimante etc. Ma poi l’ho trovato un po' stressante e anche ridicolo. Approcciare una donna per strada mentre cammina mi sembra un po' assurdo, più che altro a me piace la calma e fermando una persona magari di fretta oppure di cattivo umore oppure che si vergogna di venire approcciata in mezzo alla strada rovinerebbe tutto in un batter d'occhio. Mi sembra più un metodo alla PNL, forzato e quasi una sorta di 'challenge' del tipo 'vediamo se ci riesco in questa impresa'. Però un’impresa un po’ sciocca a mio avviso. Un conto è avvicinarsi a delle straniere che stanno scattando una foto oppure accostare una donna in libreria, quindi in tutta calma con i tempi giusti e la possibilità di conoscersi li per li ed un conto approcciare una donna che chissà cosa ha per la testa in quel momento e scocciarla...
Sicuramente m’iscriverò ad una scuola di yoga vicino p.zza Bologna di nuovo, dove mi trovai molto bene e conobbi donne semplici (alcune di periferia che mi attraggono in certe circostanze). Ovviamente mi piace lo yoga non si tratta di un escamotage, ma insomma due piccioni con una fava per cosi dire no?

Insomma ho varie opzioni, sarei curioso di sapere se tu conosci anche altri luoghi fatti 'apposta' per incontrare donne eleganti, intelligenti e di cultura che non stiano li per ubriacarsi e ballare col primo tronista che passa. Insomma di un certo livello. Sai, un'altra cosa che ho realizzato non cosi tardi alla fine, è che non solo il sesso in se non è nulla in confronto a tutto ciò che avviene in via preliminare e dopo ma anche la seduzione non sta semplicemente nel chiedere un numero o ricevere dei complimenti e flirtare, ma sta nell'ammirare la bellezza di una donna per intero.
Passandoci degli 'episodi seduttivi' magnifici come una passeggiata assieme, un caffe' al bar, un paio d'ore al museo. La seduzione è anche sogno ad occhi aperti. La penetrazione anche è un fatto naturale e piacevole senza dubbio, ma se ci si concentra soltanto su quello si perde tantissimo. E credo che il 99% degli uomini cadano nella 'trappola' del 'consumo'.
Scusa se mi sono dilungato tanto ma sei uno dei pochi che ha delle visioni simili alle mie e ho la fortuna di averti nella mia stessa città anche. La città più bella e affascinante del mondo nel bene e nel male.

Vorrei anche viaggiare un po’ in Italia, in Sardegna ricordo delle ragazze molto socievoli in una piazzetta di Sassari dove nacque mio nonno. Mi sorprese molto la differenza con le Romane. Però insomma non credo che tutte le romane siano cosi insopportabili e frigide, alcuni esempi mi vengono a mente di assistenti d'esame all'università di una certa età che erano molto socievoli e seducenti. Eppure forse nella minoranza.
Spero apprezzerai questo popocchio di frasi forse un po' sconnesse alla Jack Kerouac.

Sono anche intenzionato di iscrivermi al tuo corso cartaceo, m’incuriosisce molto il tuo mix di cultura, storia e archetipi arcaici. So' che si tratterà soprattutto di una impostazione mentale più che di una guida passo passo che soltanto noi in quanto individui possiamo sperimentare di volta in volta.

Spero tu sia in salute in questo momento, grazie e a presto!


Il maestro risponde

Ciao bentornato nella Città Eterna salvata anche dal Coronavirus che qui non è riuscito a fare i danni che ha fatto nel resto del mondo. Ho trovato la tua precedente lettera ma non l’ho riletta. La presente mi sembra interessante e ti rispondo e ti pubblico.

Comincio a dirti che i luoghi dove si possono conoscere le romane più fiche non te li posso comunicare perché non sei un abbonato GS. Non li ho comunicati neppure ai GS sul Forum riservato. Comunque non pensare solo alle romane ma anche alle italiane. Roma è piena di ragazze da tutta Italia e non solo dal sud Italia. Un mio amico ha scoperto, e rimorchiato con la mia consulenza, una nuova vicina di casa a Monti, che prendeva il sole al coronavirus in costume da bagno, sul tetto del palazzo a fianco. E’ una milanese verso i trenta, da 8,5/9 trasferita a Roma per lavoro. GlieL’ho fatta “prendere” bene. A Roma c’è di tutto di più.

L’etnia delle strafiche cambia spesso i posti e per sapere quali siano i posti giusti del momento bisogna stare sul pezzo. Non parlo delle discoteche che ante-coronavirus erano già out in tutto il mondo. Né delle ubriache che le italiane di Roma e sud non si ubriacano.
In ogni caso, il fatto che in certi posti di Roma ci siano delle italiane stra-fiche non signi-Fica che sia stra-facile conoscerle. Tutt’altro. Se non sei introdotto devi avere un look stra-fico ma conta molto di più essere cool. Poi conta anche farsi vedere e bisogna avere il timing perfetto. Un lavoro d’immagine dove influisce di più come appari che come sei. D’altronde La parola “fico” e fica” non signiFicaNo profondità dell’anima.

Quelle che cerchi tu ”Passandoci degli 'episodi seduttivi' magnifici come una passeggiata assieme, un caffe' al bar, un paio d'ore al museo" non sono le strafiche di Roma. Quelle ragazze interessate alla cultura le trovi dove hai scritto: “mostre, gallerie d'arte, musei, possano essere il mio micro-cosmo”. Ma la vedo dura portare una romana al museo. Le romane hanno la consapevolezza di vivere nella città più bella del mondo e la respirano ogni giorno, e forse per questo se la tirano! Tutte le attività che hai citato sono sempre idonee a conoscere ma sono un classico che consigliavo trenta anni fa. Comunque ci sono posti con caffè e apertivi dentro monumenti romani che pochi conoscono. E conosco anche aperitivi dentro a siti culturali. Se pubblicassi li brucerei.

Sulle turiste straniere non ti rispondo perché a me non interessano, come a una fica autoctona non interessa il turista. Forse trent’anni fa era diverso, quando non c’era il turismo di massa né le orde dei pappagalli romani. Comunque anche a quei tempi non andavo “a turiste”. Una turista che abbia solo parlato con un pappagallo per me è un’appestata. Se una ragazza del mio giro avesse scoperto che fossi andato con una turista mi avrebbe sputtanato. Recitare “vacanze romane” oggi è patetico. Per me lo stesso discorso vale anche all’estero. In qualsiasi paese m’interessa conoscere e sedurre le ragazze autoctone. Le turiste non c’azzeccano col paese e ti sputtani con il giro delle autoctone. Nella mia seconda patria è lo stesso. Se sanno che vado con una turista sono bruciato.

Non c’entra con la seduzione al museo la continuazione del periodo: ”La penetrazione anche è un fatto naturale e piacevole senza dubbio, ma se ci si concentra soltanto su quello si perde tantissimo. E credo che il 99% degli uomini cadano nella 'trappola' del 'consumo'”.
Concordo in toto. C’è qualche GS amico che mi critica perché dovrei “scopare di più”. Si tratta di amici GS che scopano delle “basta che respira” e anche di basso valore umano, ma se le fanno piacere, non so come facciano. Buon per loro. Se non ci mettessero dentro la seduzione che nelle fattispecie non c’azzecca io non criticherei.

C’è seduzione quando ci sono delle prove della scelta della ragazza. La penetrazione è una variabile indipendente. Se una bella ragazza vuole uscire con te e non con gli altri c’è stata seduzione anche senza penetrazione e anche se tu eviti di uscirci. Se una ti scrive messaggi d’amore è stata sedotta anche se tu non le dai il seguito che desidera. Se una tipa “La” dà a tutti come anche a te non c’è stata seduzione ma penetrazione. Non è una mia nuova teoria, spero che dopo questa ripetizione i GS faccino un ripassino.

Sono d’accordo contro il consumismo sessuale e contro il materialismo. Ho sempre scritto in chiaro e in diversi articoli che il sesso migliore è il sesso vietato. Il consumismo della carne “declassa’ il sesso e fa scemare il piacere. Anche la seduzione soffre per troppa libertà e troppa movida: ”La seduzione rompe le regole, se tutte le regole vengono meno la seduzione finisce.”

Sono anche intenzionato di iscrivermi al tuo corso cartaceo, m’incuriosisce molto il tuo mix di cultura, storia e archetipi arcaici. So che si tratterà soprattutto di una impostazione mentale più che di una guida passo passo che soltanto noi in quanto individui possiamo sperimentare di volta in volta”.
I miei case riservati ai GS sono descritti passo per passo con tutti i dettagli (che sottintendono i meccanismi di seduzione che insegno e che ho dedotto dall'esperienza). Certo una cosa è leggerli un'altra cosa è vederli durante un corso live analizzandoli insieme al maestro. La nostra seduzione è reale, è sul campo, è dimostrabile nella realtà in tutti i meccanismi. Non teorie pnl & simili campate in aria.

Mi devo fermare tocchi tanti punti che non sono trattabili in una e-mail.
Buona seduzione romana



Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Giovedì 21 Maggio 2020)


Home La posta del seduttologo      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2020.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help