Seduction.NET

Home Editoriali      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Dicembre 2009

Roma caput mundi et meretricum

Il Belpaese ora si chiama "Escortland"




Il 2009 volge alla fine all’insegna dell’anti-seduzione. Speriamo che sia anche la fine di un ciclo che sembra aver toccato il fondo e che era cominciato ai tempi del craxismo, quando vigeva la consuetudine di “tangentare” il più possibile per pagare più gnocche possibili. Erano i tempi di Gianni De Michelis che regalava appartamenti (con i soldi delle tangenti) alle prostitute di alto bordo. Non li citiamo tutti i protagonisti di quei tempi bui, ma qualcuno “del giro vip&pip” ricorderà Martelli ed Altissimo che avevano il loro quartier generale al “Tartarughino” di Roma e ricorderà anche i nomi di tutte le “cortigiane”, cioè le marchettare romane. Ci sarebbero molti episodi scandalosi e “riservati” da raccontare ma ormai non interessano, sono la storia dell’anti-seduzione.

La storia è imprevedibile, e non sempre è “magistra vitae”. Chi dopo tangentopoli si aspettava che le marchettare e le prostitute sarebbero state “sdoganate”?
Sdoganate come il Culo. Oggi ll Culo si chiama “Lato B”, e le prostitute si chiamano “Escort”. Come la Ford Escort, cioè: “che va bene”!

Oggi più nessuno si vergogna di andare a puttane. Il capo del governo italiano da a tutti il buon esempio, ci indica la morale comune, e va orgogliosamente “a puttane”… pardon… “a Escort”. Ma attenzione che sulla Ford Escort è vietato andare a puttane: vietato per strada ed in macchina. Cercate di non sbagliare Escort. Solo le Escort depenalizzate dal Berlusca sono permesse.

Nell’aria e nei discorsi da “bar&tv” sembra che si debba vergognare solo chi a puttane non ci va. “Chi non va a puttane non conta”. Questa è ormai la morale comune del “Belpaese” [ogni riferimento al buon formaggio è puramente casuale, ndr]. (O il formaggio cambia nome oppure il paese cambia nome in “Escortland” oppure io non mangerò più il Belpaese, che mi piaceva tanto, ma quel nome mi fa tanto schifo che il formaggio mi va di traverso).

La storia va avanti (oppure indietro) ed il Berlusca oggi non risulta più essere il peggiore. Lui è certamente un puttaniere di “livello industriale”. Ma…

Un’amica, assistente ad architettura, mi ha appena riferito la sua opinione: ”Berlusca è pulito, almeno gli piace la patata” [così la Prof. chiama la gnocca, ndr.]. Voleva dire che chi va a puttane (dotate di patata) è più pulito di chi va a Trans (dotati di “colonna”).
Dal punto di vista architettonico la Prof. ha detto bene: la “patata” rispetto alla “colonna” è più compatibile con un’architettura maschile. Dal punto di vista dell’architettura Marrazzo ha fatto di peggio. E si è pure vergognato! Non si deve vergognare Marrazzo, perché è l’unico pirla che hanno beccato. Si deve vergognare solo di essere un pirla. Non bisogna mai vergognarsi, impariamo dal Berlusca!

Le passioni di Berlusca e Marrazzo sono su tutti i giornali. Non c’è più niente da commentare. Ma quei “poveretti” sono solo la punta dell’iceberg. Trans e puttane sono il pane quotidiano di molti “vip&pip”, che si sono stufati di fare pip e vogliono essere solo vip. Come non dargli ragione: “Non più pip, sono un vip”.

Oggi per essere vip devi andare a puttane (o trans, scelta libera). E’ sotto gli occhi di tutti che da qualche tempo alcuni politici e professionisti romani si fanno accompagnare agli eventi e nei ristoranti di moda dalle “Escort” (prostitute): “Per fare bella figura”. Ed noi aggiungiamo: “Per ungere gli affari”. Alla festa nazionale presso l’ambasciata romana di un grande paese [top secret] sono state invitate molte escort. Il Colonnello Gheddafi, appena arrivato a Roma ha fatto subito chiamare un'agenzia di hostess per averne seicento! Ma lui è sempre "esagerato".

E’ stupefacente constatare come i “costumi romani” abbiano ancora la forza di contaminare tutti i popoli.

“Roma caput mundi et meretricum”.



Carlo consiglia la Newsletter TOP SECRET sulla seduzione. Chi, come, dove e quando sedurre: tutto quello che bisogna sapere, e che nessun altro al mondo vi può dire.



(Lunedì 23 Novembre 2009)


Home Editoriali      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2021.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help