Seduction.NET

Home Copertine      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra


Giustizia Universale

Neutralizziamo la FREGAGNI

Difendiamo i comuni mortali dalla truffa aggravata dalla minorata difesa


di Carlo della Torre



Inoltrate questo articolo a tutti e sarete ricompensati per aver difeso i deboli dalla minorata difesa

Volevo ricominciare il lavoro in chiaro del nuovo anno 2024 - lavoro interrotto per due mesi in via eccezionale per viaggi di seduzione e impegni importanti in casa dei quali sono a conoscenza i GS - e festeggiare il 28° anno di Seduction.net e il 32° anno della Scuola della Seduzione, inaugurata ufficialmente nel 1992, data documentata da un articolo del Messaggero che fece irruzione nella mia classe nell’Istituto di Scienze Umane (“clandestinamente” le lezioni iniziarono un anno prima). La Scuola della Seduzione fu inaugurata nel 1992 in collaborazione con Stefano Fontana e con il Dr. Michele Iannelli, medico psicologo psicoterapeuta responsabile della rigida selezione per l’ammissione ai corsi e docente delle lezioni di “seduzione olistica”.

Volevo ricominciare il lavoro in chiaro del nuovo anno con una copertina allegra e commemorativa della più “antica” Scuola di Seduzione al mondo. Devo doverosamente, in difesa dei più deboli che è la mia priorità, dare la precedenza a un altro argomento:
Gli influencer delle loro tasche a danno degli deboli dalla minorata difesa.

Sono stato il primo a smascherare gli influencer delle loro tasche e i fan cerebrolesi che invece di farsi una propria vita fanno i guardoni della finta vita di chi gliela spiattella per riempire le proprie tasche.
Mi rivolgo ai deboli dalla minorata difesa che non si sono fatti una vita ma non è mai troppo tardi: “Che ve ne frega della vita degli altri che non vi vengono né amici né parenti e che vi considerano idioti? E’ tutta energia e tempo perso a scapito della vostra vita la quale resterà miserabile fino a quando vi occuperete della vita degli altri”.
Non è mai troppo tardi per rifarsi una vita.
La realtà è quella che focalizzi. Se ti focalizzi sulla vita dei Frega-gnez (Ferranti o Ferragni o qualcosa di simile, giuro che mi non ricordo) per te esiste quella realtà sulla quale essi si arricchiscono poiché esistono in quanto tu li focalizzi. Se ti focalizzi sulla tua vita guadagni in felicità e loro vanno in miseria, e chissenefrega.

Sono stato il primo a decretare l’involuzione della nostra specie che si è divisa due ceppi: ceppo inferiore e ceppo superiore [scrivere nella ricerca sul sito “Involuzione della specie” e scegliere nel menù a tendina “anche nel testo”, ndm].
Non è una discriminazione né un disprezzo ma una provocazione allo scopo di aiutare chi è caduto nelle trappole del marketing e della manipolazione.
Il mio scopo è di difendere i più deboli che con provocazione chiamo “idioti” oppure co****ni [devo scrivere a stellette perché non c’è più la libertà di espressione e anche google censura chi scrive le parole giuste non politically correct, ndm]. Spero che le mie provocazioni provochino una reazione e la gente comune faccia una “rivoluzione culturale”.

Darsi del co****ne fa bene alla crescita personale.
Mio padre fu fregato dal call center di Telecom Italia (il paese delle fregature) che con l’inganno telefonico allora non noto a tutti lo fece passare ad un altro gestore, appunto a Telecom. Mio padre che non era un ingenuo - i GS sanno chi fosse. - non si perdonò mai di essere stato fregato da TeleKom. Si dette del co****ne e nessuno mai più lo fregò. Anche il mio webmaster, persona di alto livello culturale, continua a darsi del co****ne. Siamo andati a cena qualche settimana fa e mentre gli parlavo della vendita della casa di mia madre attraverso un’agenzia immobiliare mi disse “Io sono un co****ne”! Boh… mi domandai.
Mi raccontò che un tizio di un’agenzia immobiliare riuscì ad ottenere un appuntamento a casa sua e gli fece firmare un foglio facendolo credere che si trattava della certificazione della sua visita. Invece aveva firmato l’incarico alla vendita! Per uscirne fuori dovette pagare diecimila euro! Continua a darsi del co****ne, non può dimenticare il fattaccio.
Anche io mi sono dato del co****ne e me lo darò a vita perché anni fa persi tanti soldi a poker, giocando per un anno nello stesso gruppo.
Persi tutti i miei risparmi e feci anche dei debiti. Sicuramente baravano mentre io ero il “fagiano” al tavolo. Mi sono dato del co****ne e quando ci penso me lo do tuttora. Non ho più giocato a poker perché se volessi dovrei giocare a casa mia con la pallottola in canna. Sconsigliato.

Il co****ne che si è e dato del co****ne nessuno lo può più fregare. Il co****ne che si è dato del co****ne ha acceso tutti i radar che intercettano qualsiasi truffa e marketing truffa.

Scrivo per insegnare agli “idioti” di professione fan degli influencer delle loro tasche che se persone di alto livello si danno del “co****ne” senza vergognarsi, si diano anche loro del co****ne e se co****ni sono stati appena ne avranno preso consapevolezza non saranno più co****abili e manderanno al diavolo gli influencer delle loro tasche che mettono le mani nelle loro. Si dimettano dalla prestigiosa carica di “Fan” scrivendo il loro ultimo laconico commento agli influencer delle loro tasche: “Va-Fan-C**o”.

I così-detti “influencer delle loro tasche” vi manipolano per farvi comprare i prodotti delle aziende alle quali loro si sono venduti. Loro sono venduti, voi siete fregati.

Se vi date del “co****ne” oggi, da domani diventerete un ex “co****ne”, vaccinato Seduction.net. Nessuno vi potrà più coglionare.

La rete è infida con gli ingenui che hanno una minorata difesa e abboccano a quasiasi marketing truffaldino. Da giustizialista estremo quale io sono voglio difendere gli ingenui e far saltare il sistema delle truffe e del marketing. Di più non posso fare per i recidivi.
Se fossi il dittatore illuminato condannerei gli influencer delle loro tasche all’ergastolo con i lavori forzati.

Quando c’è marketing c’è puzza di truffa.


Guardate questo servizio Rai trasmissione FarWest


E guardate questo altro tizio che per comunicare l’immagine da ricco nell’intervista tv che doveva fargli pubblicità, ha affittato uno yacht, una Lamborghini e due guardie del corpo. Sentite la confessione del suo socio che nell’ultima parte del servizio chiede al giornalista Rai di tagliare l’ultimo pezzo.



Codesti brutti ceffi si rivolgono a persone semplici dalla minorata difesa e nei video “acchiappapolli” promettono guadagni esorbitanti e sicuri.
Il povero metalmeccanico e la casalinga con la terza elementare ci cascano con tutti e due i piedi. E perdono tutti i loro risparmi nella illusione di migliorare la loro vita. A codesti ceffi che approfittano della minorata difesa li condannerei all’ergastolo con lavori forzati. Se fossero così furbi da fregare i ricchi concederei tutte le attenuanti e li condannrei ad un anno di carcere. Se freghi i poveracci devi però soffire per tutta la vita.

In un altro spezzone di questa trasmissione che potrete trovare su Raiplay, uno di codesti ceffi è stato registrato dalla sua ex collaboratrice mentre le dice, godendo con disprezzo, qualcosa tipo: “Sono dei clochard, dei poveri idioti, loro mi credono e io li frego”.


LA FREGAGNI. 30 milioni di followers fra il popolino. Si dice che la metà siano veri e l'altra metà comprati. Dei veri la metà si dice siano inattivi. Se solo 7 milioni sono veri e attivi oppure se 7 milioni sono riferiti al mercato italiano, questo dato è inferiore ai semianalfabeti del nostro paese. Cioè non tutti quelli dalla minorata difesa erano followers della Fregagni. Il che ci fa sperare bene sul popolo italiano. Neppure tutti i semianalfabeti la seguivano sebbene facesse un marketing da bomba atomica.



Adesso parliamo della famosa influencer delle sue tasche multimilionarie, influenzate svuotando le tasche dei poveri e degli incapaci.

Abuso della credulità popolare è una delle ipotesi di reato che la magistratura sta valutando. Ma la nota influencer delle sue tasche è già indagata per TRUFFA AGGRAVATA dalla minorata difesa e poiché l’ipotesi di reato è su tre casi di truffa in continuazione, non so se si possa definire truffa aggravata e continuata. In ogni caso ”secondo la procura di Milano i tre casi potrebbero essere legati dal medesimo disegno criminoso”. Ma la tizia è diabolica e si potrebbe inventare e recitare “Di tutto di più”. Come fa la Rai che la invitò al Festival per gli idioti a Sanremo. Rai di tutto di più. La Rai non si fa neppure mancare chi è sospettato di truffa. La Fregagni si inventerà di tutto di più ha imparato dalla Rai.

La abbiamo chiamata con un nome di fantasia per tutelare la sua privacy! Anche perché non mi ricordo come si chiami ma mi documenterò per il titolo della copertina.

La signora FREGAGNI.
La nota influencer degli incapaci e dei pipparoli, pubblica anche delle foto seminuda con il c**o in bella mostra e tutta la sua sacra famiglia figli minori compresi, sbattutti su tutti i suoi social ad usum populi. Tutto questo lo leggo negli articoli online perché non sono mai entrato in un suo social a tutela del mio “stomaco dalla minorata difesa”.

Poiché sono convinto che la suddetta influencer delle proprie tasche creda fermamente nell'antica filosofia “POPULUS FREGANDUM EST” in versione moderna che non è solamente “panem et circenses” ma anche panem et tv e panem et social “Ad usum populi stultorum”.
La suddetta Fregagni ha capito tutto della vita. Il popolo deve essere fregato, per definizione, e io lo frego alla grande con le mie arti diaboliche.

Ma ci dovrebbe essere un limite a tutto, anche nel fregare il popolino che è stato concepito per essere sfruttato. La Fregagni è indagata per un serie di reati gravissimi.
Far credere al popolino che acquistando un prodotto, dalla medesima Fregagni sponsorizzato, stia donando in beneficenza il plusvalore della '”immagine Fregagni”, col c**o in bella mostra, oppure truccata da madonnina piangente, è irrilevante per la gravità del reato e denota, a mio parere, una “genialità criminale” e una moralità diavolesca. Se esistesse l’inferno la Fregagni passerebbe a peggiore vita per l’eternità.
Lasciamo stare l’inferno poiché non ci sono “evidenze scientifiche” della sua esistenza, speriamo che nel paese dell’impunità per chi ruba e truffa, i giudici abbiano il buon senso di giudicare anche secondo morale universale e non secondo i cavilli di legge del paese dell’impunità.

Io sono per la giustizia degli uomini e se fossi un dittatore illuminato condannerei la Fregagni all’ergastolo ostativo in considerazione della continuazione del reato e le ingenti somme indebitamente incassate con l’abuso della credulità popolare a danno dei minorati mentali.
Purtroppo in Italia dove vige l’impunità dei ricchi e dove le pene sono sempre virtuali, l’ergastolo corriponde a 5 anni effettivi di carcere, quindi il nome ergastolo è un falso. In Italia, paradiso dei ladri e dei criminali, più rubi e più sei un grande, e più sei un grande e più godi dell’impunità.

Ripeto che se la FREGAGNI fosse condannata secondo giustizia universale la Fregagni [nome di fantasia, ndm] dovrebbe marcire in carcere. Ma la Fregagni non farà neppure una breve visita nelle patrie prigioni. L’impunità per chi frega milioni a palate è totale. C’è sempre una leggina o uno stratagemma per passare da colpevoli a innocenti. Con i migliori azzeccagarbugli e i milioni a palate fregati alla povera gente. Qualche anno fa al supermercato Carrefour ho assitito a una scenetta che mi ha fatto venire il vomito. Una mamma prometteva alla sua bimba di comprarle l’uovo di Pasqua con la foto della Fregagni.
La mamma è una idiota e la figlia crescerà da idiota.

La Fregagni si inventerà qualcosa da noi impensabile. Ha sguinzagliato una squadra di avvocati e consulenti di immagine. Un “think tank” che le deve salvare il c**o inventandosi qualcosa che neppure una evoluta intelligenza artificiale potrebbe ipotizzare. Non so cosa si inventerà ma sarà qualcosa di imprevedibile. Per ora ha fatto causa alle aziende che le hanno annullato i contratti. Le stesse aziende devono da noi essere boigottate perché ben sapevano chi la suddetta fosse. Controllate la lista delle aziende che hanno sottoscritto dei contratti con la signora Fregagni. Boicottate e fatele boicottare. Inoltrate questo articolo a tutti i vostri contatti. Se la giustizia non esiste la dobbiamo fare noi.

Fregagni potrebbe andare da Papa Bergoglio, piangente e in ginocchio, donando alla chiesa una manciata di milioni per avere l’assoluzione divina - le sto regalando gratis un’idea meglio di qualsiasi think tank - oppure potrebbe dire che le è apparsa la Madonna in lacrime di sangue che l’ha perdonata (idea geniale per il popolino).

Ho altre idee diaboliche, anche io sono diabolico - nello scoprire le truffe - che potrebbero salvarla davanti ai fan creduloni. Non le scrivo, non sono io a salvarla ma ripeto che io la manderei all’ergastolo ostativo. Deve marcire in carcere anche perché sta continuando a prendere per il c**o il popolino.

La Fregagni diabolica, piangente come una madonna, potrebbe anche confessare ai suoi fan che vogliono restare c*****ni che durante le truffe aggravate e continuate ipotizzate dalla magistratura sia stata posseduta dal Diavolo dal quale sarebbe stata liberata con un esorcismo (ottima idea per i più idioti). Oppure: “Mi è apparso in sogno San Francesco e ho deciso di liberarmi di tutti i miei beni per donarli in beneficenza". Mentre li sta nascondendo a Dubai con un sistema di scatole cinesi ad opera dei più grandi esperti del mondo nell’occultamento dei capitali. Attaccata ai soldi per i quali si venderebbe anche… nel frattempo ha dato incarico alla sua squadra di legali di fare ricorso contro l’antitrust! Il Diavolo non conosce la vergogna, per definizione.

In tutto questo casino il marito troglodita della “coppia Fregagnez”, del ceppo inferiore della nostra specie, si è ben defilato. Ma è tutto marketing, ogni loro parola, ogni loro mossa è marketing per il popolino.
Il troglodita marito della Fregagni vuole far credere: “Fregagni sei tu, io nella coppia Fregagnez non ci sto più”.
Lui fa la beneficenza vera senza neppur dover scendere dalla Lamborghini e getta in faccia le banconote a quei disprezzati clochard e nessuno lo può indagare perché i suoi spiccioli li ha veramente lanciati dalla Lamborghini. Al massimo gli potrebbero dire che è come i beduini di Dubai scesi dal cammello e saliti sulla Ferrari. Non è un reato.
Il troglodita dice di essere nullatenente secondo la legge delle Repubblica delle Banane! Voi invece dovete pagare l'IMU e il meccanico che non rilascia la ricevuta si prende una multa da farlo chiudere. This is Italy. Scappi chi può. Già il 20% della popolazione italiana è scappato mentre il 10% sono iscritti al AIRE.

Mi sono fatto il sangue amaro mentre volevo festeggiare il 32° compleanno della Scuola della Seduzione

Adesso in nome della giustizia universale facciamo la guerra alla Fregagni fino ad annientarla perché non possiamo contare sulla giustizia italiana che punisce i poveracci per assolvere i ricchi.

Aiutiamo chi ha una minorata difesa ed è preda di chi fa il marketing truffaldino da Dubai, e delle varie Fregagni che circolano sulla rete. Chi aiuta chi ha una minorata difesa a difendersi dai lupi affamati, chi aiuta la vecchietta ad attraversare la strada, chi aiuta un anziano che si sente male, chi contribuisce a far fallire un’azienda che avvelena la gente, chi fa il giudice secondo la giustizia universale e condanna chi fa del male ai deboli sarà premiato anche in questa vita.
Ne ho le prove, ne ho l’assoluta certezza.

Voi che siete vaccinati da qualsiasi manipolazione diavolesca delle FREGAGNI, FREGAGNEZ, e simili, diffondete questo articolo il più possibile in tutte le sedi. E raccontateci delle ricompense che ricevete dalla giustizia universale. Chi fa giustizia riceve giustizia.

C'è chi ancora la difende e ho letto che è stata ospitata in una trasmissione da un tizio che ha la faccia da prete e per avere ospiti fa le "interviste in ginocchio". Non ricordo il nome non ho la tv mi sembra che la trasmissione si chiami il tempo che fa o qualcosa di simile e lui fa la faccia da pirla per intascare milioni a palate. Ho letto che ha sdoganato la Fregagnez. E' un finto fesso che fa il furbo mostrandosi con la faccia da idiota nella quale di dovrebbe identificare il popolino. Andrebbe anche lui punito dalla giustizia universale.

Finora ho agito da solo e ho inviato le mie energie positive e negative secondo giustizia universale. Non ho mai fallito un colpo e per questo credo fermamente nell’energia universale e credo che esistano degli umani incaricati di fare giustizia, premiando o punendo.
I GS sanno quanta gente ho mandato in disgrazia o a pena di morte con la sola forza del pensiero. Quanta altra gente ho premiato per il meritato successo con la mia “benedizione”. Non sono quindi fuori di testa come il lettore che non mi conosce potrebbe giustamente credere. Sono razionale ed è proprio la ragione sui fatti e sulle prove che mi ha indotto a questa convinzione, ma se se in futuro fallissi perderei la mia convinzione oppure sarebbe arrivato il momento di andare in pensione come giudice universale e pensare solo al mio benessere. E in questo caso riceverei la meritatissima “pensione”. Ho già dato nella mia carriera da giudice universale.

Adesso tocca anche voi. Insegnerò ai GS come si può provare a diventare un giudice universale entrando in sintonia con l’energia universale che funziona nel premiare se funziona anche nelle punire, altrimenti non sarete entrati in sintonia. Non può esistere il bene senza il male.
Non garantisco che tutti riusciranno. Il candidarsi a giudice universale non garantisce di essere accettati ma vi insegnerò come candidarsi e qualcuno diventerà giudice universale. Funziona ovviamente sui casi che conosci e focalizzi (i casi che ti vengono assegnati), non puoi certamente fare giustizia in tutto il mondo.

Dimostriamo la forza del nostro passaparola.

Inoltrate questo articolo per far crollare il sistema della manipolazione di massa.


Scopro adesso che proprio oggi anche L'Espresso ha avuto la nostra stessa idea di sbattere la Fregagnez in copertina. La chiama col suo vero nome Ferragni S.p.a.
Telepatia della Giustizia Universale.

La Fregagni (Ferragni S.p.a secondo la giornalista Gloria Riva) sulla copertina de L'Espresso. Nell'articolo di copertina svelano i trucchi diabolici della influencer delle proprie tasche riempite svuotando le tasche degli idioti che la seguono




(Giovedì 7 Marzo 2024)


Home Copertine      Stampa questa pagina  Invia questa pagina  Zoom: apri la pagina in una nuova finestra

scrivimi.gif
© testi & foto: Seduction Magazine - tutti i diritti riservati - copyright © 1997-2021.
Sito CSTR srl    Riproduzione vietata.     Help